Philips 854 e 804, la gamma TV OLED 2019 con supporto a HDR+ e Dolby Vision

In primavera arriveranno sul mercato due nuovi televisori OLED di Philips, con tecnologia Ambilight e supporto a tutti gli standard HDR.

speciale Philips 854 e 804, la gamma TV OLED 2019 con supporto a HDR+ e Dolby Vision
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il CES di inizio gennaio ha permesso di dare un primo sguardo ai televisori in arrivo nel corso dell'anno. Da Sony a LG, passando per Samsung e Panasonic, tutti i big del settore hanno presentato diverse novità. Tra queste, una delle più interessanti è certamente quella di Panasonic con il suo top di gamma OLED GZ2000, il primo televisore a supportare sia HDR+ che Dolby Vision.
Una comodità non da poco, soprattutto in un mercato diviso, che vede appunto Panasonic e Samsung da una parte con HDR+ ed LG e Sony che invece utilizzano il Dolby Vision. In questo contesto, anche Philips ha deciso di adottare la linea del doppio standard con la sua gamma TV OLED 2019, in arrivo in primavera e formata dalle varianti Philips 854 e 804.

Due TV molto interessanti

Philips ha svolto un buon lavoro con i TV OLED usciti fino a questo momento. Ottimo rapporto qualità-prezzo e tecnologia Ambilight sono alla base della lineup OLED del brand olandese, di proprietà oggi della cinese TP Vision. Anche il mercato ha dato una mano in questo senso, visto che i pannelli OLED utilizzati sono gli stessi dei concorrenti, tutti prodotti da LG, andando a livellare verso l'alto la qualità di visione ottenibile con questi televisori. Non è un caso che per i nuovi Philips 854 e 804 la novità più importante riguarda il processore di immagine impiegato, uno degli elementi che differenziano di più i TV OLED di oggi, visto che vengono sviluppati internamente da ogni casa produttrice. Prima di parlare di questo aspetto però meglio dare uno sguardo generale ai due televisori, che si differenziano esclusivamente sul fronte estetico, lasciando invece inalterate le caratteristiche tecniche. A cambiare è solo la base d'appoggio, in modo da andare incontro ai diversi gusti del pubblico.

Philips 854 e 804 saranno disponibili nei tagli da 55 e 65 pollici e offrono una luminosità di picco dichiarata, da verificare, di 1000 nit, un valore molto alto per gli standard degli altri schermi OLED. Entrambi sono dotati di tecnologia Ambilight su tre lati. Per chi non la conoscesse, questa proietta sul muro, attraverso dei led posti sulla parte posteriore del pannello, i colori visibili sullo schermo.
La novità più importante è certamente il processore di immagine P5, che porta in dote la piena compatibilità con tutti gli standard HDR oggi disponibili. Troviamo infatti HDR10, HDR+, Dolby Vision e HLG. Quest'anno quindi, oltre a Panasonic nella fascia alta, potremmo vedere anche dei modelli OLED di fascia media dotati di tutto il necessario per riprodurre ogni tipo di contenuto HDR.

Come in passato, Philips si è affidata ad Android TV per gestire la parte smart di questi televisori, aggiornato alla versione 9 Pie. Interessante il supporto, oltre che per Google Assistant, anche per Amazon Alexa. L'assistente vocale di Amazon non sarà integrato direttamente nel televisore me permetterà, attraverso una skill dedicata, di controllarlo attraverso dispositivi compatibili, come Amazon Echo.
Per ora non si hanno informazioni sui prezzi, ma di norma la proposta Philips è posizionata leggermente più in basso rispetto ai concorrenti. 854 e 804 promettono dunque bene, ma molto dipenderà dal costo finale, che dovrà essere allettante per i futuri acquirenti.