Radeon 5600 XT, Ryzen 4000 Mobile e Threadripper 3990X: le novità di AMD

AMD ha presentato al CES una nuova GPU, una CPU per i professionisti e una nuova generazione di processori mobile.

speciale Radeon 5600 XT, Ryzen 4000 Mobile e Threadripper 3990X: le novità di AMD
Articolo a cura di

Chi si aspettava qualche piccola informazione su PS5 o Xbox Series X è rimasto a bocca asciutta. Il keynote di AMD tuttavia è stato piuttosto ricco, del resto era ampiamente prevedibile che al CES non ci sarebbero state novità sulle nuove console. Si è parlato di tutt'altro, dalla nuova Radeon RX 5600 XT alla prossima generazione di processori dedicati ai portatili, molto importante per portare il brand Ryzen a competere per la fascia alta del mercato mobile. Non è mancato nemmeno l'annuncio sul nuovo Threadripper 3990X, un mostro di potenza da ben 64 Core complessivi.
Vista la natura dell'evento non c'è stato il tempo per approfondire molto a dire il vero, nelle prossime settimane tuttavia maggiori dettagli sui nuovi prodotti verranno sicuramente a galla.

All'assalto di NVIDIA e Intel

Per vedere la microarchitettura RDNA 2, quella che dovrebbe integrare il Ray Tracing hardware, bisognerà attendere la seconda metà dell'anno. Lo abbiamo scritto a più riprese in queste settimane e il CES non ha fatto altro che confermarlo. AMD vuole sfruttare appieno l'attuale RDNA, in tutti i segmenti di mercato in cui può essere applicata.
Per la fascia alta bisognerà attendere ancora, intanto però con la Radeon RX 5600 XT AMD intende dare del filo da torcere alle GTX 1660 Super e GTX 1660 Ti di NVIDIA. Questa scheda video dovrebbe arrivare alla fine di gennaio a un costo di circa 300€, portando in dote 36 Compute Unit e 6 GB di RAM GDDR6, con frequenze che partono dai 1375 MHz fino ad arrivare a 1560 MHz.
I benchamark mostrati sul palco di Las Vegas hanno messo a confronto la scheda con la GTX 1660 Ti di NVIDIA, indicando prestazioni superiori, per ora tuttavia meglio restare con i piedi per terra e attendere i primi benchmark indipendenti prima di trarre conclusioni.

In arrivo anche la variante mobile della RX 5600, che dovrebbe differenziarsi da quella desktop esclusivamente per le frequenze operative. Sul sito di AMD è comparsa anche una Radeon RX 5600 con 32 Compute Unit, di cui si sanno ancora pochi dettagli. Queste schede dovrebbero fornire ottime prestazioni in Full HD, ma anche il QHD dovrebbe essere tranquillamente alla loro portata.

Con il Threadripper 3990X invece AMD intende conquistare l'utenza professionale, grazie ai suoi 64 Core e 128 Thread, numeri impensabili da vedere fino a qualche anno fa, soprattutto se si considera il prezzo: solo 3990 Dollari.

Tornando al mondo consumer i nuovi processori Ryzen 4000 Mobile saranno fondamentali per competere con Intel nel mercato dei notebook. Già ora iniziano a vedersi più soluzioni AMD, nella fascia alta tuttavia è ancora Intel a dettare legge. Il Ryzen 3750H è un buon processore ma si colloca appena al di sotto dell'i5-9300H a livello di prestazioni. Con la gamma 4000 le performance dovrebbero aumentare non poco, grazie anche al miglioramento del processo produttivo rispetto alla precedente generazione, che passa dai 12 ai 7 nm. In tutto sono stati annunciati cinque processori della gamma "U", meno potenti ma anche meno energivori, che partono dai 4 fino agli 8 Core e 16 Thread del top di gamma 4800U, con un TDP di 15 W e frequenze fino ai 4.2 GHz. Due invece le varianti "H" ad alte prestazioni, le 4600H e 4800H, la prima con 6 Core e 12 Thread la seconda con 8 Core e 16 Thread. Secondo le slide diffuse da AMD il gap con Intel dovrebbe essere stato colmato, con performance superiori anche all'i7-9750H, sia nel gaming che nella produttività. Con l'arrivo dei primi notebook sul mercato si potrà capire se l'obbiettivo è stato centrato.