Rivoluzione Sky: Sky Q, contenuti Mediaset e Internet per una Pay TV tutta nuova

Con l'accordo tra i due operatori Sky diventa il più grande agglomerato di contenuti video disponibile in Italia, rivoluzionando il settore.

speciale Rivoluzione Sky: Sky Q, contenuti Mediaset e Internet per una Pay TV tutta nuova
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Quello a cui abbiamo assistito la scorsa settimana è un evento storico per il settore Pay TV. L'accordo tra Sky e Mediaset, che vede Sky vero protagonista, è arrivato come un fulmine a ciel sereno, uno di quegli eventi che non ti aspetti ma che si realizzano all'improvviso. Non sappiamo da quanto tempo i due gruppi stessero portando avanti le trattative, ma la cosa certa è che senza l'ingresso di Mediapro tutto questo non sarebbe accaduto. L'annuncio arriva in un periodo di forti cambiamenti per Sky, che tra Sky Q, Netflix e lo sbarco su internet, grazie all'intesa con OpenFiber, ha messo definitivamente da parte l'immobilismo degli ultimi anni.

Senza rivali

L'accordo tra Sky e Mediaset, che prevede anche un'opzione per l'acquisto di Premium entro la fine dell'anno, rende di fatto Sky il principale protagonista italiano nel settore della Pay TV. Allo stato attuale, Sky e Premium sono divisi, ma l'arrivo dei contenuti presenti su Premium sulla piattaforma satellitare, e non viceversa, la dice lunga su chi, in questo accordo, abbia davvero il coltello dalla parte del manico. Una situazione particolare quella che stiamo vivendo, che affonda le sue radici nell'arrivo in Italia di Mediapro e che vede i diritti TV per il prossimo campionato di serie A al centro di una trattativa che si preannuncia molto complessa, con Mediapro che rischia seriamente di non riuscire più a rientrare dall'investimento di oltre un miliardo di euro fatto. Sport a parte, l'accordo tra Sky e Mediaset porterà all'emittente satellitare una serie di esclusive di peso, come i film Warner, prima presenti solo su Mediaset, ma anche serie TV prima precluse agli abbonati Sky.
Non bisogna poi dimenticare le altre novità che hanno visto protagonista il gruppo di Murdoch. Solo pochi mesi fa ha fatto la sua comparsa Sky Q, che porta in dote tutta una serie di servizi e soprattutto una nuova interfaccia grafica, al passo coi tempi e decisamente più moderna rispetto alla precedente, rimasta ancorata a un modello di visione che oggi, agli utenti, non piace più, quello dei canali in diretta. Sky Q rende il servizio più snello e soprattutto più pronto per lo spettatore moderno, che vuole decidere quale film o serie TV vedere attivamente e non più passivamente come un tempo.
Non è un caso che Sky integrerà anche Netflix all'interno dei servizi offerti da Sky Q e dal futuro Sky Q Black. Il catalogo a disposizione dell'emittente satellitare era già corposo, ma con l'arrivo dei contenuti Mediaset e quelli Netflix, l'offerta raggiunge proporzioni che mai ci saremmo aspettati solo qualche anno fa, diventando la più grande disponibile in Italia sotto un unico tetto. Se a questo aggiungiamo l'accordo con OpenFiber per la trasmissione via internet del servizio, con tanto di nuovo set top box dedicato, possiamo affermare che Sky, nei prossimi mesi, cambierà completamente pelle, per una rivoluzione che sembra lanciare l'emittente satellitare verso un roseo futuro.