Samsung Galaxy S9 Plus: alla prova la nuova doppia fotocamera

Tiriamo le somme sul comparto fotografico del nuovo flagship Samsung, il Galaxy S9 Plus, dotato della nuova dual cam.

Articolo a cura di

Stiamo provando a fondo Galaxy S9 Plus già da qualche giorno e si sta rivelando un valido aggiornamento del suo predecessore S8 Plus. Esso presenta un nuovo processore e una nuova GPU, memoria RAM aumentata, così come un sensore fotografico aggiuntivo, introducendo per la prima volta nella serie S di Samsung una configurazione dual camera di tutto rispetto.
Nell'attesa delle nostra recensione finale, vogliamo proporvi un focus sulla nuova dual cam, la vera novità di questa iterazione. Abbiamo cercato di spingere al massimo il comparto fotografico per determinare le effettive prestazioni e la resa finale di tutti gli scatti e i video effettuati.
Potete visionare alcuni tra gli scatti più significativi effettuati con Galaxy S9 Plus attraverso le gallerie sottostanti; se siete maggiormente interessati alla parte video, vi consigliamo di visionare il relativo focus pubblicato sul nostro canale YouTube.

Caratteristiche e resa foto/video

Galaxy S9 Plus, con i 2 sensori posteriori da 12 MP wide-angle e tele, garantisce una buona nitidezza d'immagine e un'ottima stabilizzazione ottica accoppiata a stabilizzazione digitale, quest'ultima effettuata a termine della registrazione video. L'apertura pari a f/1.5 con diaframma variabile fino a f/2.4 garantisce buone prestazioni anche in condizioni di scarsa luminosità, ma gli scatti non sono esenti da una minor definizione oltre che da un lieve rumore video in questo caso. Messa a fuoco rapida e precisa, ma non si può dire lo stesso per la registrazione di video dalla camera anteriore: in alcuni casi tende ad interpretare in modo scorretto il soggetto da mettere a fuoco. La gestione dell'HDR è migliorata notevolmente rispetto a S8, riuscendo a gestire più efficacemente i contrasti chiaro/scuro. L'introduzione di sensori più avanzati ha inoltre consentito l'adozione di un nuovo metodo di registrazione super slow motion a 960 fps con risoluzione 1280 x 720p, oltre ad introdurre i 60 fps nei video 4K (3840 x 2160p). Non manca poi la classica modalità Pro, che consente di regolare a piacimento i settaggi fotografici, e la modalità slow motion in Full HD a 240 frame al secondo.
Il sensore anteriore da 8 MP dispone di un'apertura pari a f/1.7. Ottimi i selfie alla luce del sole e buona la resa anche in condizioni di scarsa luminosità. È notevolmente migliorata la gestione della gamma dinamica.

Modalità di scatto

L'app Fotocamera di Samsung ha subito dei cambiamenti grafici rispetto alla versione presente su S8; ora la UI è più intuitiva e consente una più rapida interazione con gli elementi grafici dell'interfaccia. Nella barra superiore dell'applicazione sono state aggiunte nuove modalità di scatto. In primis Fuoco Live, che cambia nome rispetto alla precedente dicitura Scatto selettivo: consente di effettuare foto con background sfocato e di impostare attraverso uno slider la quantità di sfocatura voluta. Si è poi aggiunta la modalità Super slow-mo, che cattura video in HD (1280 x 720p) a 960 fps: la risoluzione non è elevata, ma l'effetto in questa modalità è piuttosto suggestivo. Non mancano poi le Emoji AR: simili alle Animoji dell'iPhone X di Apple, utilizzano il riconoscimento in 2D del volto anziché in 3D. Con questa modalità è possibile effettuare scatti e registrare video avendo come soggetto un avatar creato a vostra somiglianza, che segue i gesti del viso per animare il volto del personaggio. Gode di una buona precisione, ma non trattandosi di una mappatura in 3D, in certi casi, il dispositivo non risulta in grado di comprendere appieno i vari movimenti facciali. Ultima modalità aggiunta con l'avvento di S9 è Sport: consente di effettuare degli scatti di oggetti/persone in movimento cercando di limitarne l'effetto trascinamento dovuto a tempi d'esposizione troppo elevati.

Samsung Galaxy S9 Galaxy S9 Plus, con un sensore teleobiettivo aggiuntivo, garantisce un'ottima definizione alla luce del sole e delle buone prestazioni in low light grazie all'apertura f/1.5. Ottime la stabilizzazione ottica e la gestione dell'HDR, molto suggestivi anche i video in slow motion a 960 fps. Il sensore anteriore offre una buona definizione e la possibilità di registrazione video in QHD. Le AR Emoji sono solo uno sfizio, ma confermano le buone prestazioni dei sensori fotografici accoppiati ad un hardware di tutto rispetto.