NEO QLED

Samsung Gaming Hub: com'è fatta la nuova casa dei cloud gamer?

Diamo un'occhiata più da vicino al nuovo Gaming Hub di Samsung, un'interfaccia dedicata ai servizi e agli strumenti per gli amanti dei videogiochi.

Samsung Gaming Hub: com'è fatta la nuova casa dei cloud gamer?
Articolo a cura di

Una delle più importanti novità dedicate al mondo dei videogiochi per quest'anno è arrivata direttamente dalla gamma TV Samsung 2022, con una lineup di pannelli dotati non solo di specifiche tecniche di assoluto livello per giocare tramite PC e Console, ma anche e soprattutto per via dell'ampliamento dell'offerta Cloud Gaming. Grazie al nuovo Samsung Gaming Hub basta un controller per poter vivere le migliori esperienze videoludiche direttamente sul televisore, senza bisogno di hardware esterno.
Ma cosa offre esattamente questo ambiente dedicato? Ne abbiamo parlato a grandi linee nel nostro speciale su Samsung Gaming Hub, ma è arrivato il momento di approfondirne le funzionalità in maniera più capillare.

Cos'è il Samsung Gaming Hub

Sulle TV compatibili, all'apertura della schermata iniziale del menu Smart, ora compare anche una barra laterale con varie icone, tra cui anche una a forma di controller. Spostandoci su questa tab potremo accedere con un semplice clic al Gaming Hub, un accogliente salotto viola che raccoglie al suo interno tutto ciò che riguarda il mondo dell'intrattenimento videoludico, dalla gestione degli accessori bluetooth alle varie console collegate come input, passando per i servizi Cloud totalmente integrati nella TV.

In poche parole, chi è già abbonato a un servizio di gioco in streaming come GeForce Now, Xbox Cloud Gaming o Stadia (fino alla sua chiusura), avrà solo bisogno di collegare un pad compatibile alla TV e far partire la propria app preferita, senza bisogno di collegare dongle dedicati, set-top-box Android o, peggio, il PC: insomma, addio al disordine di cavi e dispositivi, oltre a un taglio netto sui consumi.

Questo obiettivo è stato perseguito da Samsung con grande convinzione sin dalla firma del primo, storico accordo con Microsoft per portare la sua eccezionale offerta Cloud con Game Pass sui pannelli del produttore sudcoreano.

Un momento importante non solo per il gioco "liquido", ma per l'intero panorama videoludico, attanagliato negli ultimi anni nella stretta di una catena di produzione dell'hardware sempre più in affanno per via della troppa domanda e delle difficoltà logistiche che ne hanno scandito gli ultimi due anni.
Questo accordo getta le basi per una nuova filosofia di fare gaming: a suo modo, forse un momento ancora più importante rispetto ai primi passi mossi dalla stessa tecnologia cloud, che richiedeva comunque hardware dedicato e di livello. Le connessioni in grado di supportare il Cloud Gaming raggiungono ogni giorno sempre più utenti, che avranno bisogno solo della banda larga e di una TV per giocare a titoli di ultima generazione con la semplicità d'utilizzo di una console da gioco.

Ogni cosa al suo posto, a portata di dito

Parole d'ordine, quindi, semplicità e accessibilità, niente code in negozio o preorder di mesi per una nuova macchina da gioco o per una scheda video, basta solo il telecomando.
L'interfaccia di Gaming Hub è semplice e curata, coerente in generale anche con il design del mondo smart del sistema operativo delle TV Samsung: stesso font e medesimo anche il codice estetico utilizzato per le icone.

I contenuti sono suddivisi per categoria con i classici caroselli a scorrimento orizzontale, incolonnati in un layout che si sviluppa in verticale.
In testa prendono posto gli efficaci strumenti di benvenuto, per scoprire i servizi presenti, come accedervi e come collegare dispositivi esterni.
Al centro della schermata iniziale c'è l'accesso rapido ai controlli per la musica, per l'audio (con ottimizzazione per titolo e genere) e per l'aggiunta di un controller. Accanto a questi tasti, l'accesso diretto ai servizi supportati e alle console collegate.
Scorrendo verso il basso vengono elencati tutti i contenuti a cui è possibile giocare, dapprima in un carosello con i titoli del momento su tutte le piattaforme e poi, sempre in verticale, i giochi più popolari suddivisi per servizio, per categoria e i video consigliati su YouTube.

Tutto ciò che è presente in questa schermata è disponibile per gioco: se avete un piano di sottoscrizione attivo per Xbox Game Pass o PC Game Pass, le centinaia di titoli presenti saranno immediatamente disponibili per la riproduzione istantanea, senza attese di download o processi di acquisto.

Diverso il discorso per quanto riguarda servizi come Stadia e GeForce Now, che prevedono l'acquisto dei giochi prima di poterli aggiungere alla propria libreria.
In calce, infine, sono presenti opzioni aggiuntive relative, per esempio, alla gestione del filtro familiare per nascondere i contenuti sensibili ai più giovani.
Il pairing del proprio controller è pressoché immediato. Basta premere sull'icona circolare a forma di "controller con il +" per evocare il popup per l'accoppiamento tramite bluetooth. I controller Xbox potranno essere messi in modalità accoppiamento accendendoli e tenendo premuto il pulsante sul dorso fino al lampeggiamento del logo Xbox.
Per Dualshock 4 (PS4) e Dualsense (PS5), invece, è necessario tenere premuti contemporaneamente il tasto "Share" e il logo PlayStation fino al lampeggiamento di bianco dei led di stato. A questo punto, il pad verrà rilevato dalla TV e si potrà procedere al pairing.

Il Gaming Hub, oltre fungere da contenitore per servizi Cloud e console collegate tramite HDMI, presenta anche diverse opzioni per l'intrattenimento in salsa gaming. Tanto per cominciare è presente l'app ufficiale di Twitch per seguire comodamente i nostri streamer preferiti direttamente dal divano di casa.

Inoltre, per chi ama giocare con una playlist musicale personalizzata, è presente anche l'app di Spotify, che consentirà di riprodurre a tutto schermo o in sottofondo i propri brani preferiti, proprio come avviene sulle console PlayStation.
In definitiva, l'esperienza proposta da Gaming Hub, alla sua prima generazione, è già estremamente completa e variegata e offre tutto ciò che un cloud gamer o un videogiocatore tradizionale potrebbero desiderare, tutto a portata di telecomando e con un'interfaccia semplice e curata.