Samsung Odyssey G9: Mini LED e HDR2000 per il più avanzato monitor gaming

Samsung ha mostrato il monitor da gaming più evoluto visto fino a ora, grazie ai Mini LED, la cui unica vera incognita è il prezzo.

Samsung Odyssey G9: Mini LED e HDR2000 per il più avanzato monitor gaming
Articolo a cura di

Samsung ha creato il monitor da gaming dei sogni? Probabilmente si, il nuovo Odyssey G9 racchiude al suo interno le tecnologie più avanzate che si possano avere oggi, alla cui base troviamo i Mini LED e i Quantum Dot. Un connubio mai visto finora nel campo dei monitor da gaming, la stragrande maggioranza dei modelli è ferma alla retroilluminazione Edge Led, i pochi display che si sono spinti a quella Full LED hanno messo in evidenza lo stacco qualitativo che si ottiene.
Ora, con l'arrivo dei Mini LED, il balzo in avanti potrebbe essere esponenziale, come abbiamo visto nella recensione dell'Asus ProArt PA32UCX, uno dei primi modelli ad arrivare sul mercato con questa tecnologia, ma dedicato al mondo dei creativi. Con l'Odyssey G9 Samsung intende portare i Mini LED nel mondo del gaming, una scelta sicuramente azzeccata, le uniche incognite rimangono il prezzo, ancora avvolto nel mistero, e le specifiche, non ancora del tutto chiare.

Un monitor ancora tutto da scoprire

Al di la dell'annuncio Samsung ha dato pochissime informazioni sull'Odyssey G9. Non sappiamo la risoluzione e nemmeno le dimensioni, ma trattandosi dell'erede del G9 uscito lo scorso anno sembra altamente probabile che manterrà la stessa diagonale da 49 pollici, anche l'aspect ratio di 32:9 rimane invariato. Altro elemento che viene mantenuto dal precedente modello è la curvatura da 1000R, una delle più estreme che ci sia capitato di vedere, in grado di avvolgere il campo visivo durante il gioco.
La risoluzione invece non è ancora stata comunicata, l'attuale modello arriva a 5120x1440 pixel e crediamo che Samsung non andrà oltre nemmeno con questa nuova variante, per non penalizzare troppo le prestazioni durante il gioco.
Supposizioni a parte, la certezza è la tecnologia Quantum Mini LED, che fa il suo debutto nei monitor da gaming. Finora i Mini LED sono stati impiegati solo nei costosi display per professionisti, come il ProArt di Asus che abbiamo citato prima, dal costo superiore ai 2500€. L'ingresso dei Mini LED cambia le carte in tavola, i migliori monitor da gaming arrivati sul mercato con tecnologia Full LED erano in grado di gestire 384 zone, una retroilluminazione avanzata che tuttavia non può competere con le migliaia di LED presenti in questo Odyssey G9.

Ancora non si conosce il numero di LED disponibili nel monitor Samsung, tuttavia un primo effetto dell'utilizzo dei Mini LED lo si vede già, grazie alla certificazione HDR2000: si tratta del primo monitor da gaming a raggiungere questo livello, finora avevamo visto solo modelli HDR1000.
Grazie alla tecnologia Quantum Mini LED il display di Samsung dovrebbe essere in grado di ridurre al minimo il blooming (ma questo dipenderà anche dagli algoritmi che gestiranno i LED), di offrire una luminosità di picco più elevata che mai e allo stesso tempo una copertura dello spazio colore molto ampia, grazie all'impiego dei Quantum Dot. Speriamo quindi di vedere al più presto questo Odyssey G9, per capirne le reali potenzialità e soprattutto il prezzo di vendita, che si preannuncia elevato.