Samsung presenterà il Galaxy S9 a febbraio, gli smartphone flessibili nel 2019

Il presidente della divisione mobile di Samsung conferma la presentazione del Galaxy S9 al Mobile World Congress di Barcellona.

speciale Samsung presenterà il Galaxy S9 a febbraio, gli smartphone flessibili nel 2019
Articolo a cura di
Nicolò Cumerlato Nicolò Cumerlato @NicoCumerlato è attivo nel campo della telefonia da vari anni. Con una grande passione tech nel cuore vive e studia recitazione a Roma.

Quest'anno il primo top di gamma Samsung del 2018 arriverà con un leggero anticipo. A confermare i rumor delle scorse settimane ci ha pensato DJ Koh, presidente della divisione mobile del colosso coreano. Lo scorso anno la presentazione a marzo ha permesso a LG e al suo G6 di giocare d'anticipo, presentando prima dei rivali un device borderless, fattore che però ha influito davvero poco sulle vendite di S8, che hanno riportato in alto Samsung dopo un 2016 in chiaroscuro. Il Mobile World Congress di febbraio quindi è il palcoscenico scelto per il lancio del nuovo flagship, un prodotto che difficilmente offrirà l'effetto "wow" visto con S8 ma che potrebbe avere qualche asso nella manica ancora nascosto per sorprendere i pubblico. Ma DJ Koh non si è fermato qui, e ha parlato anche del prossimo futuro, che vedrà l'arrivo degli smartphone pieghevoli.

Evoluzione o innovazione?

L'annuncio della presentazione anticipata del Galaxy S9 lascia intendere che, nelle prossime settimane, assisteremo all'arrivo di molte informazioni sul prossimo top di gamma. Top di gamma che offrirà certamente un hardware rinnovato, con la CPU Exynos 9810 a portare maggiore potenza computazionale. Rispetto allo scorso anno, i rumor indicano che la variante standard e quella Plus potrebbero avere maggiori differenze. Per il modello da 5.8" dovrebbero essere previsti 4 GB di RAM e 64-128 GB di memoria espandibile, mentre la variante Plus da 6.2" potrebbe ottenere 6 GB di RAM e fino a 512 GB di memoria interna. In questo caso appare inutile il ricorso alla MicroSD, che sarà comunque presente. Diverso dovrebbe essere anche il comparto fotografico, con la variante base dotata di un singolo sensore ma con apertura f/1.5, un dato ottimo che se confermato dovrebbe conferire al terminale ottime capacità fotografiche in scarse condizioni di luminosità. Secondo le indiscrezioni invece Galaxy S9 Plus ospiterà una dual cam con apertura f/1.4. Si tratta di voci di corridoio, ma questi dati sembrano indicare un buon livello di evoluzione in questo comparto rispetto al modello precedente. Sul fronte design invece le novità dovrebbero essere rappresentate dal sensore di impronte digitali, sempre sulla backcover ma in posizione centrale, e dalla riduzione ulteriore delle cornici dello schermo.
DJ Koh ha parlato anche dell'evoluzione dell'assistente vocale Made in Samsung, Bixby, che sarà pesantemente aggiornato nel 2018 ma solo verso la fine dell'anno, non lo vedremo quindi subito sul Galaxy S9. Bixby 2.0 supporterà anche l'Italiano, una mancanza grave finora, vista la centralità dell'assistente nei piani di Samsung.

Il 2018 vedrà l'arrivo di tanti altri smartphone della casa coreana, compreso un nuovo Note, ma la vera rivoluzione arriverà solo il prossimo anno. Il presidente della divisione mobile di Samsung ha infatti confermato l'arrivo del primo smartphone pieghevole dell'azienda per il 2019, un anno in cui le innovazioni per questo settore potrebbero, a questo punto, essere decisamente interessanti.