CES2018

Samsung QN85Q9S: l'incredibile TV QLED HDR 8K con luminosità di 4000 nit

Come preannunciato l'8K sta facendo i primi passi nel mondo consumer e Samsung è già pronta con il suo TV QN85Q9S.

speciale Samsung QN85Q9S: l'incredibile TV QLED HDR 8K con luminosità di 4000 nit
Articolo a cura di

La risoluzione 8K sta muovendo i primi passi nel mercato consumer. Con i primi modelli che potrebbero arrivare in Europa già a marzo, si tratta di un mercato nuovo e ancora tutto da scoprire. Per adesso, di contenuti in 8K nativi nemmeno l'ombra, ecco perché il focus delle aziende che propongono questi prodotti punta diretto verso caratteristiche accessorie, come le capacità di upscaling e la luminosità. Anche nel caso del QN85Q9S di Samsung l'azienda ha puntato su questi elementi, su cui spicca su tutti una luminosità di picco davvero da primato per un display consumer.

Luminosità ai massimi livelli

Nel 2016, sempre al CES di Las Vegas, Sony mostrò lo ZD9, uno dei migliori televisori mai usciti con tecnologia LCD. Questo modello, all'epoca ancora prototipale, mostrava una luminosità di picco di 4000 nit, un valore elevatissimo, se si pensa che i migliori TV LCD del 2017 non superavano i 2000 Nit. Una volta arrivato sul mercato però, la potenza della retroilluminazione dello ZD9 fu rivista verso il basso, rimanendo sempre su ottimi livelli ma senza più toccare il picco dei 4000 nit. Ora è Samsung a mostrare un TV con questo incredibile livello di luminosità, che dovrebbe rendere l'HDR letteralmente abbagliante. Il nuovo QN85Q9S vuole stupire anche con l'incredibile risoluzione di 7680x4320 pixel, 8K, ma non è l'unica caratteristica che lo rende speciale. Il pannello utilizzato è di tipo LCD (Samsung anche quest'anno non punterà sugli OLED) con tecnlogia Quantum Dot, come altri modelli di fascia alta del colosso coreano. La retroilluminazione Full Led è nuova rispetto agli altri modelli e sfrutta la tecnologia Micro Full Array, la quale utilizza Led di dimensioni più piccole rispetto agli standard. Questo ha permesso di inserire molti più Led, aumentando di conseguenza le zone gestite dal local dimming, per un numero che dovrebbe arrivare quasi a 10000 zone gestibili dal pannello. Più LED significa anche più luce, ecco perché questo TV riesce ad arrivare a una luminosità di 4000 nit, limite tecnico dell'HDR10 (ma non del Dolby Vision, che supporta fino a 10000 nit).

La resa con HDR attivo dovrebbe quindi essere incredibile, ma come sfruttare tutte quei pixel in eccesso rispetto al 4K? Semplicemente grazie a un processore d'immagine studiato appositamente per upscalare le immagini, sfruttando un database di foto in grado di "istruire" il TV su come gestire l'upscale. Samsung chiama questo processo di elaborazione delle immagini AI Technology, con cui il TV riesce a migliorare la qualità video di tutti i tipi di contenuti, dall'SD al 4K. Sulla qualità di visione di immagini in SD su un pannello di questo tipo, con dimensioni che partono da ben 75", abbiamo qualche dubbio, meglio dovrebbe andare con sorgenti di alta qualità Full HD o 4K. Ancora sconosciuto il prezzo, ma possiamo ipotizzare cifre certamente superiori ai 5000€, per un prodotto che, almeno allo stato attuale, non può essere sfruttato al meglio a causa della mancanza di contenuti nativi in 8K.