Samsung reinventa l'interfaccia utente dei Galaxy con One UI

Samsung Galaxy One UI è un cambiamento radicale rispetto al passato: la società sudcoreana punta tutto sulla facilità di utilizzo.

speciale Samsung reinventa l'interfaccia utente dei Galaxy con One UI
Articolo a cura di

Una delle caratteristiche più criticate degli smartphone Samsung è l'interfaccia utente, ritenuta "storicamente" poco intuitiva e con qualche problema di troppo. Negli ultimi anni per fortuna la situazione è migliorata e la società sudcoreana ha investito molto lato software. Ora però è arrivato il momento di fare il passo successivo: abbandonare totalmente la vecchia Samsung Experience in favore della nuova One UI, annunciata nel corso dell'ultima edizione della Developer Conference dell'azienda sudcoreana.
Non si tratta solamente di un rifacimento estetico, bensì di una vera e propria nuova interfaccia utente, che punta tutto sulla facilità di utilizzo e su un design "pulito".

Gli smartphone di oggi sono troppo complessi

Nel corso degli anni, i produttori di smartphone hanno implementato miriadi di funzionalità nei loro dispositivi, tanto che molto spesso l'utente medio non conosce alcune impostazioni che potrebbero aiutarlo nel quotidiano, oppure semplicemente non le usa. Per questo motivo, Samsung One UI si prefigge l'obiettivo di introdurre agevolmente l'utente alle possibilità offerte dal suo smartphone, senza farlo passare per una quantità spropositata di menu.
Basata su Android 9 Pie, la nuova interfaccia utente dell'azienda sudcoreana è stata sviluppata appositamente per il design di Galaxy S9, Galaxy S9 Plus e Note 9, che evidentemente è ancora lontano dall'essere abbandonato. Nonostante questo, sembra che One UI sia piuttosto versatile, visto che dovrebbe essere sfruttata anche dal primo dispositivo pieghevole di Samsung. I bordi arrotondati dei pulsanti e dell'interfaccia in generale si allineano perfettamente a quelli del display degli smartphone citati, mentre i temi colorati possono essere abbinati al colore della scocca del proprio dispositivo. E' possibile impostare la Dark Mode affinché si attivi automaticamente in orari personalizzati.

La peculiarità più interessante è però costituita dalla sua dinamicità. Infatti, One UI è in grado di rispondere in tempo reale alle esigenze dell'utente, eliminando in modo autonomo dallo schermo ciò che è superfluo per l'attività che quest'ultimo sta svolgendo. Il sistema rimuove la barra di ricerca dei contatti mentre viene digitato un numero di telefono tramite tastiera, ad esempio. Completamente riviste anche le impostazioni all'interno dei sottomenu, che ora vengono raggruppate per funzionalità simili. Oltre a questo, il sistema mantiene in alto quelle più utilizzate, in modo che siano accessibili velocemente. Molto interessante il fatto che l'interfaccia utente sia stata realizzata tenendo bene a mente l'utilizzo con una mano. Tutto ciò che vedete a schermo è a portata di dita, non importa quanto grande sia il display.

Per farvi degli esempi, la rinnovata app Messaggi mette il primo e l'ultimo contenuto a circa due terzi dello schermo e l'app Orologio fa lo stesso per quanto riguarda gli allarmi. In parole povere, Samsung vuole che l'utente interagisca per il maggior tempo possibile con la parte centrale dello schermo, tranquillamente raggiungibile con una sola mano. Non è chiaro quanti sviluppatori di terze parti aderiranno a questa causa, ma staremo a vedere. In definitiva, OneUI è un cambiamento completo e radicale rispetto a quanto ci ha abituato Samsung. Quest'ultima arriverà a partire da gennaio 2019 su Galaxy S9, Galaxy S9 Plus e Galaxy Note 9. Stando a quanto riportato da diverse fonti, sembra che Galaxy S8, S8 Plus e Note 8 non riceveranno l'aggiornamento, ma meglio attendere per avere una conferma definitiva.