Samsung The Frame e The Serif in Italia: l'arte incontra la tecnologia

Samsung ha presentato a Milano le nuove gamme TV The Frame e The Serif, dei televisori diversi dal solito e personalizzabili nell'aspetto.

speciale Samsung The Frame e The Serif in Italia: l'arte incontra la tecnologia
Articolo a cura di

In un mercato sempre più competitivo, i televisori Samsung The Frame e The Serif riescono a distinguersi dalla massa. Lo fanno attraverso un design diverso da tutti gli altri, la casa coreana ha trovato una nicchia ancora scoperta nel folto panorama TV. Nicchia ma nemmeno poi tanto, perché quando abbiamo visto questi televisori durante l'IFA di Berlino l'interesse del pubblico presente era palese, se non altro per le particolari soluzioni di design che vogliono appagare l'occhio anche con il televisore spento.
Ora le nuove generazioni di TV The Frame e The Serif sono arrivate in Italia, per una commistione interessante tra arte e tecnologia pensata per fondersi meglio con i salotti più attenti al design.

La tecnologia al servizio del design

"La cornice separa la realtà dall'arte. All'interno di una cornice l'immagine diventa arte". Con queste parole l'artista Benedetto Demaio ha aperto la presentazione italiana dei nuovi televisori The Frame e The Serif. Una scelta precisa, che da un lato tende la mano al mondo dell'arte, dall'altro invece crea un punto di contatto con quello tecnologico attraverso due prodotti pensati per valorizzare elementi differenti. I The Frame sono ideati per mettere al centro del salotto l'arte in tutte le sue sfaccettature, all'interno di una cornice personalizzabile e con soluzioni tecnologiche pensate per mostrarla al meglio in base all'ambiente circostante.
La gamma The Serif invece punta ad essere essa stessa al centro dell'attenzione, grazie a una linea ancora più particolare e sviluppata da Ronan ed Erwan Bouroullec, designer parigini rinomati a livello globale.

Samsung li definisce "Lifestyle TV", una descrizione corretta per due prodotti che creano una diversa sinergia con il salotto, meno centrata sui contenuti video, sono i televisori stessi a diventare e a veicolare il contenuto artistico.

I nuovi The Frame e The Serif

Rispetto alla prima generazione Samsung ha mantenuto molte delle specifiche e delle peculiarità che caratterizzano questi televisori, aggiungendo però la tecnologia QLED per una migliore rappresentazione del colore. La personalizzazione dei The Frame si basa quasi tutta sulla sua scocca in metallo, a cui aggiungere delle cornici magnetiche disponibili per ora in tre colori (bianco, beige e noce) ma entro Natale arriveranno anche una beige dalle tinte più scure e il bordeaux.
La cornice da sola non basta però, per creare un TV che possa trasformarsi in un quadro bisogna eliminare i cavi dall'equazione, per questo viene in aiuto il One Invisible Connection, un unico e sottile cavo trasparente capace di trasmettere sia l'energia che i segnali audio/video.

In questo modo si possono realizzare installazioni a muro pulite, grazie anche alla staffa di fissaggio No Gap Wall-Mount, inclusa nella confezione, per dare ancora di più la sensazione di trovarsi di fronte a un quadro. Se non si vuole appendere il televisore è possibile sfruttare un elegante treppiede che lo fa sembrare ancora di più un vero quadro.
Quando utilizzato un TV The Frame funziona come un normale televisore QLED 4K, compatibile anche con HDR10+, attivando la Art Mode invece vengono riprodotte immagini personali oppure oltre 1000 opere provenienti da musei di tutto il mondo disponibili nel Samsung Art Store. Il servizio è in abbonamento e ha un costo di 4.99€ al mese, ma è comunque possibile importare immagini esterne in tutta semplicità.

Le immagini dell'Art Store possono essere riprodotte in modalità Slideshow, cambiandole automaticamente in un tempo variabile da 10 minuti a 7 giorni. Interessante la funzione Curation, con le opere divise per aree tematiche su consigli di esperti del settore. Oppure è possibile creare una propria galleria di quadri preferiti da mostrare in modalità Slideshow.

La gestione di questa funzione è interessante anche sul fronte tecnologico, per creare una visione adatta all'ambiente che circonda il TV vengono utilizzati dei sensori di luminosità e di movimento. Il primo serve ad adattare la retroilluminazione del pannello in modo automatico, una luminosità troppo alta al buio darebbe fastidio. Il secondo invece serve per attivare il televisore e la Art Mode solo in presenza di qualcuno nella stanza, ottimizzando così la gestione energetica. L'effetto che si crea è realistico, sembra davvero di trovarsi davanti agli occhi un quadro.
In Italia sono in arrivo quattro modelli, si parte dal 43" al prezzo di 1099€, passando poi al 49" a 1299€, al 55 a 1599€ e al 65 a 2199€.

La gamma The Serif riprende molte delle funzioni viste con i The Frame ma a queste aggiunge un design che vuole stupire anche da spento. Questo è ripreso dalla "i" maiuscola del carattere Serif, visibile osservando il televisore di lato. Sul retro la copertura in tessuto va ad aumentare la qualità costruttiva complessiva del prodotto.

In questo caso il design sembra pensato più per essere sfruttato in coppia con un supporto da pavimento, molto particolari quelli disponibili che lo fanno sembrare quasi una lavagna, ma è possibile anche appoggiarlo semplicemente al mobile TV sulla sua cornice. Il prezzo è di 999€ per il 43", di 1199€ per il 49" e di 1599€ per il 55".
Molto particolare anche la funzione Ambient Mode, utile per avere informazioni come l'ora o le previsioni del tempo sempre visibili sul televisore e caratterizzata da una funzione unica, quella di non lasciare mai spento il TV. É infatti possibile scattare un'immagine del televisore nell'ambiente in cui è installato, in questo modo nello schermo viene riprodotto un tema personalizzato che riprende la trama del muro sul retro TV, mimetizzandolo. Una soluzione che nel contesto giusto crea un effetto davvero particolare e riuscito.
Sia i The Frame che i The Serif integrano Bixby, che offre la possibilità di accedere facilmente ai contenuti tramite comando vocale. Sono anche compatibili con Amazon Alexa e Google Assistant e integrano la nuova app per i contenuti video di iTunes e il supporto per Apple AirPlay 2.