Samsung The Sero, The Frame e The Serif: un TV per ogni stile

Samsung è l'unica realtà del mercato TV a proporre modelli molto particolari, con una spiccata attenzione al design e perfino alle funzionalità social.

speciale Samsung The Sero, The Frame e The Serif: un TV per ogni stile
Articolo a cura di

A ognuno il suo televisore. Il mercato TV è oggi molto ricco e variegato, accogliendo al suo interno diverse tipologie di utenti. Ci sono i cultori dell'immagine, che cercano la massima qualità di visione sempre e comunque, come anche i gamer, che scelgono spesso in base a funzioni specifiche presenti nei televisori, oppure ancora ci sono utenti che desiderano semplicemente spendere il meno possibile. Queste sono solo alcune delle esigenze che guidano una persona verso l'acquisto di un modello piuttosto che un altro, una scelta che dipende anche dal design.
Il televisore è un elemento di arredo importante, essendo spesso piazzato nel fulcro dell'ambiente domestico, il salotto. Ecco perché Samsung, oltre alla sua gamma di TV QLED, ha creato dei modelli che puntano in modo particolare sul design, ma anche su funzionalità uniche nel loro genere e legate al mondo dei social. The Sero, The Frame e The Serif sono TV lifestyle che cercano di portare un'idea di televisore diversa, puntando tutto sulle loro caratteristiche distintive.

The Sero, il TV diventa verticale

The Sero è il televisore più innovativo che sia stato presentato negli ultimi anni. La sua caratteristica unica é subito evidente: lo schermo ruota da verticale in orizzontale a seconda del contenuto che si vuole vedere. Verticale per la fruizione dei contenuti social o video, orizzontale per quelli televisivi o per giocare con le console di nuova generazione. Il sistema è completamente automatico, grazie a una profonda integrazione con lo smartphone, attraverso la funzione Mobile Mirroring. In presenza di contenuti video/social a sviluppo verticale il TV modifica la posizione del pannello per offrire una visione a schermo intero, priva delle fastidiose bande nere laterali. Per tornare alla versione orizzontale in 16:9 si può usare sempre lo smartphone, ma è anche possibile, grazie a AirPlay 2 integrato, riprodurre facilmente film, video, musica e foto su The Sero direttamente da iPhone, iPad o Mac.

Infine, per avere una esperienza ancora più smart, è possibile utilizzare l'app SmartThings sul TV per ricevere notifiche, monitorare e controllare gli altri dispositivi di casa.

The Sero ha fatto parlare di sé soprattutto per il suo particolare aspetto, ma il design pensato da Samsung nasconde al suo interno soluzioni che non si trovano in altri televisori, a cominciare da una sezione audio avanzata. Il supporto su cui è montato il pannello integra infatti al suo interno un sistema di altoparlanti 4.1 da 60 W, con supporto al Dolby Digital Plus, nascosto alla vista ma in grado di offrire un'esperienza d'ascolto più immersiva e avvolgente, caratterizzata da bassi più incisivi rispetto a quelli dei televisori tradizionali.

Interessante anche il sistema di amplificazione intelligente della voce (AVA), che rileva automaticamente la presenza di suoni ambientali, che possono disturbare l'ascolto. In questi casi The Sero elabora il segnare audio per enfatizzare le voci, che possono così essere sentite con maggiore chiarezza.
Il supporto nasconde anche un'altra particolarità unica: alla base infatti sono installate delle rotelle (acquistabili a parte), che facilitano lo spostamento da un ambiente all'altro, insieme a dei fermi che mantengono in posizione il TV una volta collocato nello spazio desiderato.
Samsung ha pensato a diverse funzioni software per celare il The Sero alla vista quando spento, o per mostrare a schermo informazioni di vario tipo. Grazie alla modalità ritratto il TV si può trasformare in un elegante orologio, oppure mostrare le immagini dello smartphone, oppure ancora essere utilizzato come Sound Wall, o con immagini che rendono il The Sero simile a un quadro. Non manca nemmeno la modalità Ambient Mode+, che offre informazioni di vario tipo, dalla riproduzione musicale al meteo.

The Frame e The Serif, i televisori nati per arredare

La gamma di televisori The Frame è stata pensata per mettere al centro dell'attenzione i contenuti, dai video alle immagini, grazie a una cornice personalizzabile che fa da confine tra arte e realtà. I TV The Frame sono realizzati con una scocca in metallo, su cui possono essere aggiunte delle cornici magnetiche personalizzabili, che lo rendono indistinguibile da un quadro. Per enfatizzare ancora di più questo effetto Samsung ha creato un supporto da terra molto particolare, che ricorda i cavalletti usati per mantenere in posizione le tele durante il disegno. In alternativa, The Frame può essere appeso a un muro, l'effetto quadro è garantito grazie all'utilizzo del cavo One Invisible Connection, sottile e trasparente, che sposta le connessioni video e audio lontano dal TV verso il One Connect Box.

In questo modo il televisore diventa libero dai cavi, fondendosi meglio con l'ambiente circostante. Molto importante è l'introduzione del modello da 32 pollici nella gamma 2020, che trova più facilmente spazio negli ambienti domestici, anche semplicemente appoggiato su un ripiano, come una cornice. The Frame non è solo un oggetto di arredamento, ma un vero e proprio TV 4K con tecnologia QLED, compatibile con HDR, HDR10 e HLG. Una volta attivata la Art Mode possono essere visualizzate oltre 1000 opere, scannerizzate nei più importanti musei del mondo, disponibili sul Samsung Art Store.

Si può scegliere di mostrare la propria opera preferita, oppure diversi capolavori attraverso la modalità Slideshow, oppure ancora creare delle gallerie con i lavori dei più importanti artisti mondiali. A livello tecnologico Samsung ha utilizzato delle soluzioni particolari per rendere le immagini ancora più simili a un quadro, sfruttando i sensori di luminosità e di movimento installati nei TV The Frame.
I sensori di luminosità regolano la retroilluminazione in base alla luce presente nell'ambiente, per rendere la visione più confortevole anche al buio, mentre i sensori di movimento accendono il pannello solo quando è presente qualcuno nella stanza, per un effetto realistico ma solo quando serve davvero.

The Serif è invece un televisore nato per arredare anche da spento. Il design diventa ancora più particolare, per catturare subito lo sguardo: il nome "Serif" deriva dalla grafia della "i" maiuscola del carattere omonimo, che si può osservare guardando il TV di lato.

Nella parte posteriore è presente una copertura in tessuto, a sottolineare il carattere ancora più esclusivo di questa variante. Il particolare piedistallo, che ricorda quello di una lavagna, rende The Serif ancora più impattante, ma il TV è posizionabile anche appoggiato su un piano, direttamente sulla sua cornice.