Sky e Perform trasmetteranno la Serie A: ecco come cambia il calcio in TV

Da quest'anno i diritti TV per la trasmissione del campionato di Serie A passano a Sky e Perform, per un nuovo assetto dello sport in televisione.

speciale Sky e Perform trasmetteranno la Serie A: ecco come cambia il calcio in TV
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Partirà ufficialmente domenica 19 Agosto il nuovo campionato di Serie A, con una formula già sperimentata in altre nazioni e che si appresta ad approdare anche in Italia. In molti l'hanno definita "la formula spezzatino", ma secondo la Lega è l'unico modo per garantire maggiore spettacolo ed una copertura televisiva più efficace per tutte le squadre.
A partire dalla prossima stagione, infatti, il campionato si articolerà su tre giorni; si parte dal sabato pomeriggio per terminare il lunedì sera: manna dal cielo per i milioni di appassionati, se si contano anche le coppe europee come Champions League ed Europa League, che terranno incollati ai televisori i tifosi.
Oltre alla nuova formula, sono stati finalmente assegnati i pacchetti per i diritti tv della Serie A 2018-2021, a seguito di trattative, bandi, rescissioni, altre trattative ed aste che avevano impaurito i club in primis, dato che era diventato sempre più concreto il rischio che portava ad un inizio di campionato senza alcuna copertura televisiva.

La nuova formula

La nuova formula riguarda non solo la divisione delle partite, ma anche dei pacchetti, perchè si è scelto di assegnarli a due compagnie, non garantendo a nessuna l'esclusività assoluta di trasmissione. Una formula, dicevamo, già utilizzata da tempo in Germania e Spagna, dove nessun network trasmette tutte le partite. Discorso diametralmente differente per la Premier League inglese, che è divisa tra ancora più broadcaster, ma che nonostante ciò soffre di veri e propri buchi, con partite che non vengono nemmeno trasmesse in televisione.
La Serie A 2018-2021 si articolerà su tre giorni: un anticipo alle 15 di sabato, un altro anticipo alle 18 e quello serale delle 20:30. Per la domenica, invece, si partirà alle 12:30, per continuare con tre partite delle 15, una alle 18, e l'ultima alle 20:30. Concluderà la giornata, il posticipo del Monday Night, in pieno stile inglese, alle 20:30 del lunedì.

Pacchetti divisi, ma cresce il calcio italiano

La Lega Calcio, nell'assemblea dello scorso 13 Giugno, ha deciso di assegnare il pacchetto 5, avente ad oggetto i diritti di 3 partite a giornata tra cui il big match della domenica sera, ed il pacchetto 6 che include quattro partite a giornata tra cui il Monday Night, a Sky Italia. La restante parte, ovvero il pacchetto 7 che comprende tre partite a giornata tra cui quella del sabato sera, è stata assegnata a Perform, che porta a casa in questo modo un buon risultato.
I due pacchetti sono stati venduti per un totale di 973,3 milioni di Euro medi all'anno, a cui si possono aggiungere 150 milioni di Euro in funzione al numero di abbonati.
Sugli highlights in chiaro la Lega si è anche riservata il diritto di creare un bando addizionale per la trasmissione dei goal dalle ore 19 della domenica, un punto che aveva quasi provocato la rottura con la RAI, che aveva chiesto una riunione d'urgenza, in quanto un'eventuale ban per i goal in chiaro avrebbe costretto allo stop anche lo storico 90esimo minuto.
Per la Lega, comunque, questa assegnazione non può che rappresentare una vittoria, dal momento che il valore totale dei diritti tv del calcio italiano superano per la prima volta i 1,4 miliardi di Euro annui.

La ripartizione delle partite

Ma vediamo ora la ripartizione delle partite, e capiamo quali potrebbero essere gli scenari possibili a questo punto. Partiamo da Sky, che come detto poco sopra trasmetterà 7 partite su 10, pari al 70 per cento dell'intero torneo. Interessante che la televisione di Murdoch si sia assicurata il posticipo della domenica alle 20:30, che storicamente è coinciso con i big match, ed il Monday Night delle 20:30, a cui si aggiungono le partite delle 15 e delle 18 del sabato, due delle 15 della domenica e quella delle 18.
Sky, in questo modo, avrà 266 partite in esclusiva, il doppio rispetto al triennio precedente, con Perform che ne otterrà solo 114, sempre in esclusiva, ma molto importanti. Perform trasmetterà infatti l'anticipo delle 20:30 del sabato, che il più delle volte ha come protagonista una delle quattro squadre impegnate in Champions League il martedì, quindi una tra Juventus, Napoli, Roma e Inter. Sky, invece, trasmetterà l'incontro del lunedì sera che avrà in campo una big dell'Europa League tra Lazio, Milan (salvo sviluppi diversi da parte della UEFA) ed Atalanta.
E se al momento non sono note le offerte che ha intenzione di lanciare Sky per attirare quanti più abbonati possibili, è già noto che sulla piattaforma di Perform, DAZN, si pagheranno 9,99 Euro al mese, con il primo mese gratuito. Su DAZN saranno disponibili anche gli highlights degli altri sette match di giornata, mentre durante i turni infrasettimanali ed altri cambi di programma saranno comunque trasmesse tre partite in esclusiva.
Sky tuttavia, ha già lasciato intendere che ha intenzione di raggiungere un qualche tipo di accordo commerciale con Perform per espandere la propria offerta, ma ancora non si conoscono dettagli in merito.