Sony Xperia 1: lo smartphone con schermo 21:9 e Snapdragon 855

Sony Xperia 1 potrebbe rivelarsi lo smartphone perfetto per gli amanti del cinema, grazie al suo display 21:9.

speciale Sony Xperia 1: lo smartphone con schermo 21:9 e Snapdragon 855
Articolo a cura di

Nel corso dell'edizione 2019 del Mobile World Congress di Barcellona, Sony ha presentato la sua nuova gamma di smartphone. Ebbene, il nuovo top di gamma della società giapponese si chiama Xperia 1 e come si può intuire dal nome segna un importante punto di svolta. Infatti, il dispositivo monta un ampio pannello 4K con aspect ratio 21:9, affiancato da un comparto sonoro Dolby Atmos e da tre fotocamere posteriori.
Insomma, Sony ha deciso di puntare tutto sui contenuti multimediali, che potranno essere visti sull'Xperia 1 ma anche creati. Infatti, l'obiettivo dell'applicazione Cinema Pro è quello di consentire a tutti di realizzare "scene da film".

Caratteristiche tecniche, prezzo e uscita

Sony Xperia 1 segna un netto cambio di rotta da parte della società giapponese, soprattutto in termini di design. Innanzitutto, lo smartphone monta un display OLED CinemaWide da 6,5 pollici con aspect ratio 21:9, risoluzione 4K (3840 x 1644 pixel), bordi piuttosto sottili e funzionalità HDR, mentre la scocca è in vetro e alluminio. Non manca anche il sensore di impronte digitali laterale, ma questa volta esso non è integrato nel pulsante d'accensione. Assente invece il jack da 3,5 mm per le cuffie, in favore della porta USB Type-C. Sotto la scocca troviamo un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 855 operante alla frequenza massima di 2,84 GHz (1 x 2,84 GHz + 3 x 2,42 GHz + 4 x 1,8 GHz), affiancato da una GPU Adreno 640, 6GB di RAM e 128GB di memoria interna (espandibili fino a 512GB tramite microSD).
La batteria è da 3300 mAh con supporto a Xperia Adaptive Charging, mentre il sistema operativo è Android 9 Pie. Non manca la certificazione IP68, mentre le dimensioni dello smartphone sono di 167 x 72 x 8,2 mm, per un peso di 180 grammi. Le colorazioni disponibili sono Black, Purple, Grey e White.

Un aspetto su cui Sony punta molto è il comparto fotografico. Xperia 1 monta tre fotocamere posteriori da 12MP (25mm f/1.6 + 16mm grandangolo + 52mm tele), mentre la fotocamera anteriore è da 8MP. Le diverse lunghezze focali dei sensori posteriori consentono di scattare foto grandangolari, di registrare video in 4K HDR a 24 frame al secondo in 21:9 e di sfruttare il sistema di messa a fuoco automatica Eye AF.

Interessante anche la possibilità di effettuare scatti a raffica con tracking AF/AE (Auto Focus / Auto Exposure). Non manca la stabilizzazione ottica ibrida Optical SteadyShot. Per cercare di mantenere elevata l'autonomia dello smartphone, Sony consente di modificare la risoluzione dello schermo e di utilizzare le funzionalità Smart Stamina e Battery Care. Da non sottovalutare il fatto che il processore Snapdragon 855 sia meno energivoro rispetto alle precedenti iterazioni.

Il vero punto di forza di questo Sony Xperia 1 è però chiaramente il comparto multimediale. Lo schermo CinemaWide 4K HDR con aspect ratio 21:9 sfrutta le tecnologie utilizzate dai televisori BRAVIA per cercare di portare su smartphone l'elevata qualità visiva offerta da pannelli più grandi. Nel caso ve lo state chiedendo, Sony ha affermato che il 60% dei contenuti presenti su Netflix supporta già il succitato aspect ratio.

Stando alla società giapponese, la fedeltà cromatica è piuttosto elevata e la modalità Creator consente di sfruttare al meglio gli standard ITU-R BT.2020 e DCI-P3 con Illuminant D65. Giusto per non farci mancare nulla, Sony ha anche implementato un comparto audio Dolby Atmos e una funzionalità Game Enhancer pensata per ottimizzare le prestazioni dei giochi, registrare le sessioni (con tanto di "webcam") e bloccare le notifiche indesiderate.

Particolarmente interessante anche l'applicazione Cinema Pro, che consente di registrare video a qualità professionale, perlomeno stando a quanto dichiarato da Sony. Essa consente di selezionare con quale sensore registrare e di modificare manualmente innumerevoli parametri (come quelli legati alla sensibilità ISO). Come se non bastasse, la società giapponese consente di impostare diversi profili per la gestione del colore, tra cui troviamo VENICE, ovviamente ispirato alle riprese cinematografiche offerte dall'omonima videocamera professionale di Sony. L'obiettivo è quello di dare in mano a tutti "un modo semplice per fare dei film", anche se ovviamente la qualità non è paragonabile a quella dei dispositivi di ripresa professionali.
Per quanto riguarda prezzo e disponibilità, Sony Xperia 1 arriverà in Italia durante la prossima primavera. Non ci sono ancora dati ufficiali riguardanti il costo dello smartphone, ma diverse fonti internazionali parlano di un prezzo non inferiore ai 1000 euro.