Sony ZF9: 4K, HDR e retroilluminazione Full LED per il TV LCD della serie Master

Sony ha presentato un TV LCD di fascia alta che non cerca compromessi nelle prestazioni, puntando tutto su HDR e qualità di visione.

speciale Sony ZF9: 4K, HDR e retroilluminazione Full LED per il TV LCD della serie Master
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

LCD è morto, viva l'LCD. In molti hanno previsto la fine di questa tecnologia in campo TV, soppiantata da quella OLED. Fine che non potrebbe essere più lontana però, ed è il mercato a dirlo. Da un lato abbiamo LG e Panasonic, che hanno puntato tutto sugli OLED nella fascia alta. Per LG la scelta è semplice, trattandosi dell'unico produttore di pannelli OLED per il mercato TV, utilizzati da tutti i concorrenti. Anche Panasonic ha fatto all-in su questa tecnologia, e da due anni non presenta più TV LCD di fascia alta. Dall'altro troviamo Samsung e Sony. La prima ha scelto la strada del QLED e in futuro quella del MicroLED, molto promettente, mentre Sony ha sempre cercato una via di mezzo, anche nella fascia alta, con modelli basati sia su tecnologia OLED che LCD.
Una scelta, quella della casa giapponese, dettata da un presupposto molto semplice: OLED ed LCD non sono tecnologie perfette. Ognuna ha i suoi pro e i suoi contro, ecco perché, insieme al top di gamma AF9, è stato presentato lo ZF9, successore di quel ZD9 che aveva impressionato per la sua elevata luminosità di picco.

Meglio OLED o LCD? Tutte due, secondo Sony

Sony ZF9 si affianca all'AF9 nella proposta di fascia alta della casa giapponese, e lo fa con due obbiettivi nel mirino. Il primo è quello di fornire un'esperienza HDR diversa da quella di un TV OLED, grazie ad una luminosità di picco nettamente superiore rispetto a quella ottenibile dalla tecnologia concorrente. Per quanto i televisori OLED offrano neri assoluti e contrasto superiore, allo stato attuale non sono in grado di generare abbastanza luce per superare i rivali LCD. Anche i modelli migliori non vanno oltre i 1000 nit di luminosità di picco: ad esempio, l'ex top di gamma LCD di Sony, lo ZD9, tocca quota 1700 nit. Questo si traduce in una resa dell'HDR differente, non per forza migliore in senso assoluto, che enfatizza in modo marcato i dettagli luminosi. Sony non ha diffuso ancora informazioni in merito alla luminosità di picco del nuovo ZF9, ma visti i risultati raggiunti dal suo predecessore è lecito aspettarsi un valore pari o superiore ai 1700 nit.
Il secondo obbiettivo di Sony è quello di fornire la massima qualità di visione in ambienti particolarmente luminosi, dove la tecnologia LCD, grazie alla luminosità più elevata, ha la meglio sui rivali OLED. Insomma, le due tecnologie hanno pro e contro, motivo che ha spinto la casa giapponese a puntare, ancora una volta, su entrambe.

HDR nelle vene

Sony non ha diffuso molti dettagli sullo ZF9, probabile quindi che altre novità siano attese all'IFA di Berlino. Intanto, sappiamo che il nuovo top di gamma LCD utilizza una retroilluminazione Full LED con local dimming e che arriverà nei tagli da 65 e da 75 pollici. Altra certezza è il processore di immagine X1 Ultimate, lo stesso dell'AF9 e mostrato per la prima volta al CES 2018 di Las Vegas. Delle sue caratteristiche abbiamo parlato proprio nello speciale dedicato all'AF9, peculiarità unica dello ZF9 è invece la tecnologia X-Wide Angle, che ottimizza la resa del colore da punti di osservazione non centrati rispetto al TV. Troviamo poi X-Motion Clarity, che migliora la resa delle scene più dinamiche e veloci, gestendo la retroilluminazione in base a quanto visualizzato sullo schermo.
Piena compatibilità è garantita con gli standard HDR10, HLG e Dolby Vision, come anche per la calibrazione automatica CalMAN. Il sistema operativo è Android TV e, come per l'AF9, è presente la Netflix Calibrated Mode, un'opzione che permette di vedere i contenuti della piattaforma di streaming al meglio grazie a impostazioni dedicate, pensate appositamente per questo modello.