The Mandalorian e Star Wars: Disney+ non trasmette in vero HDR?

Un'analisi del noto canale YouTube HDTVTest pone dei dubbi sull'implementazione dell'HDR nei contenuti disponibili su Disney+.

speciale The Mandalorian e Star Wars: Disney+ non trasmette in vero HDR?
Articolo a cura di

L'HDR è l'innovazione più importante arrivata in campo TV negli ultimi anni, ancora più del 4K. L'aumento della risoluzione infatti è un dato prettamente tecnico, più pixel portano a una maggiore definizione. Con l'HDR invece si entra direttamente nel campo artistico, sono i registi e i colorist a gestirlo come meglio credono, dando un contributo importante, se ben usato, alla comunicazione indiretta dei film. Con l'HDR una scena può essere resa con toni più cupi o più allegri in base al volere del regista e alla maestria del colorist, il controllo dell'immagine, soprattutto con gli standard Dolby Vision e HDR10+, è totale e può essere gestito frame per frame.
In questo articolo tuttavia non ci focalizzeremo su cos'è l'HDR quanto più sull'utilizzo che ne fa Disney+, la nuova piattaforma di streaming della casa di Topolino, che non sembra sfruttare le meraviglie concesse da questo standard, almeno secondo l'analisi fatta da HDTVTest.

Mandalorian e Star Wars non sono in HDR secondo HDTVTest

Quando abbiamo letto la notizia dell'arrivo della saga di Star Wars in 4K e Dolby Vision su Disney+ siamo rimasti colpiti dalla voglia di Disney di puntare all'eccellenza a livello qualitativo. Non è facile trovare fonti di questi tipo, soprattutto per la trilogia originale, che ha ormai molti anni sulle spalle. Sono diversi i contenuti 4K e HDR presenti sulla piattaforma, ora però, sulla loro qualità effettiva, è calata un'ombra che potrebbe smorzare gli entusiasmi.
HDTVTest è un canale YouTube molto seguito, soprattutto per le sue analisi e le sue comparative sui televisori. Non mancano però anche contenuti dedicati all'HDR e a come viene implementato in diversi ambiti, dal cinema ai videogiochi. I test svolti su The Mandalorian hanno evidenziato una luminosità di picco di appena 200 nit, un valore nettamente inferiore alle capacità dei moderni televisori, mentre nel caso di Star Wars il valore massimo è di 400 nit. Se la trilogia originale è difficile da trasporre in HDR, trattandosi di un master con molti anni sulle spalle, con The Mandalorian il discorso cambia, essendo un contenuto recente.

Quando si parla di luminosità di picco non si intende la luminosità generale del pannello, con il Dolby Vision il controllo è totale e si possono gestire le immagini frame per frame, e per ogni frame si possono applicare diverse luminosità in base alla zona dell'immagine che si vuole rendere più o meno brillante.

Nel caso di The Mandalorian, una luminosità di picco di 200 nit rende l'HDR praticamente inutile, in questo range infatti vanno gestite le scene a bassissima luminosità, ad esempio in ambienti bui e con poche fonti luminose, come quelle ad alta luminosità, come può essere una sequenza di giorno all'aperto con tanto di sparatoria a colpi di laser.

Differenziare la luminosità di un raggio laser da quella di una lampadina diventa impossibile, non è un caso che diversi spettatori che hanno visto la serie in HDR abbiano segnalato una luminosità generale troppo bassa. Comprimendo la luminosità tra gli 0 e i 200 nit si vanno a perdere il contrasto e le sfumature tra luce e ombra, rendendo difficile la riproduzione del contenuto per i televisori più basilari e castrando nettamente quelli migliori qualitativamente, che nel caso degli OLED possono raggiungere anche i 900 nit picco.

Peggio ancora va ai televisori LCD, che nei modelli migliori arrivano a oltre 1500 nit massimi. Secondo HDTVTest The Mandalorian non è in HDR, l'ipotesi fatta dal canale YouTube è che Disney+ stia trasmettendo un contenuto SDR "convertito" in HDR a 10 bit. Addirittura si consiglia, per godersi al meglio The Mandalorian, di disattivare l'HDR.
Non ci sono conferme o smentite da parte di Disney, la cosa certa è che l'HDR è uno strumento molto potente se curato a dovere, ma può diventare un problema se implementato frettolosamente. C'è anche la possibilità che si tratti di una scelta artistica tuttavia, come abbiamo detto l'HDR è uno strumento di comunicazione nelle mani di registi e colorist. In questo caso la polemica sarebbe stroncata sul nascere, motivo per cui una risposta ufficiale da parte di Disney chiarirebbe definitivamente la vicenda.