Speciale Tutte le novità di Windows Phone 8

Svelate gran parte delle nuove funzionalità che saranno introdotte in Windows Phone 8

speciale Tutte le novità di Windows Phone 8
Articolo a cura di

La diffusione di Windows Phone, attualmente alla versione 7.5 (aka Mango), non è certamente tale da intimorire la concorrenza, e in particolar modo iOS di Apple e Android di Google. Le cose però potrebbero ben presto cambiare, non solo perché Microsoft ha come partner commerciale Nokia, che rimane il più grande produttore di telefoni a livello mondiale, ma anche perché a Redmond con Windows Phone 8 intendono fare le cose in grande. Entro la fine di questa annata giungerà infatti la nuova versione del sistema operativo per smartphone di Microsoft, cioè la versione 8 meglio nota come Apollo.

Multi-core, NFC, slot microSD: a tutto hardware!

Fino ad ora Microsoft è stata piuttosto rigida con i requisiti minimi che uno smartphone dovesse avere per eseguire Windows Phone, inoltre ne ha volutamente limitato alcune potenzialità, ad esempio escludendo la possibilità di avere uno slot per schede microSD. Ricordiamo anche che Mango non supporta neanche i processori dual-core. Con Apollo sarà fatto un enorme passo avanti per quanto riguarda l'hardware supportato. Prima grande notizia, anche se quasi scontata, è la piena compatibilità con i processori multi-core. Anche le risoluzioni dello schermo accettate aumentano, tuttavia non sono stati divulgati i pixel effettivi. La memoria a disposizione dell'utente diverrà espandibile offrendo ai produttori la possibilità di installare finalmente slot per microSD. Sarà implementato anche l'NFC, tecnologia molto cara a Nokia, che però non è supportata da Windows Phone. Nei prossimi anni tale connettività si diffonderà per diversi utilizzi, dai pagamenti allo scambio di file, o semplicemente per stabilire connessioni con differenti dispositivi, anche basati si diverse piattaforme operative.

A braccetto con Windows 8

Windows Phone 8 non condividerà con Windows 8 solo la numerazione progressiva ma, a quanto pare, anche gran parte del codice di programmazione. Intento di Microsoft è far si che gli sviluppatori di applicazioni per interfaccia Metro possano con molta facilità portare i propri lavori anche su piattaforma mobile o viceversa. Il porting di una qualsiasi app diviene quindi molto semplice e ciò contribuirà ad incrementare il software disponibile. Per quanto riguarda l'integrazione di Apollo con Windows 8, pare che Microsoft stia rivedendo la necessità di utilizzare come software di sincronizzazione Zune in favore di un rinnovato ActiveSync. Anche SkyDrive avrà un ruolo molto importante nel migliorare i rapporti PC-smartphone: ad esempio basterà caricare on-the-cloud la nostra musica, che poi sarà sincronizzata sul device senza la necessità di passare dal computer.

L'importanza del software

Microsoft prevede che saranno circa 100.000 le applicazioni disponibili nel Marketplace in occasione del lancio di Windows Phone 8. Per facilitare il raggiungimento dell'obbiettivo sarà data la possibilità di utilizzare codice nativo per le scrivere applicazioni: questo permetterà di sfruttare appieno le potenzialità hardware dei dispositivi, e faciliterà il porting di applicazioni originariamente scritte per sistemi operativi completamente differenti come iOS e Andorid. Una delle applicazioni più attese è sicuramente Skype, che ricordiamo è stato acquistato dalla stessa Microsoft. Attualmente ci sono voci discordanti a riguardo: alcune lo vogliono come profondamente integrato nel sistema operativo, altre lo vogliono invece sempre come un' applicazione a sé stante: attendiamo conferme. Si sa invece che Microsoft fornirà un’interfaccia basilare per la gestione della fotocamera da parte delle applicazioni.
Su Windows Phone 8, Internet Explorer sarà aggiornato alla versione 10, per il quale è previsto l'utilizzo di un server proxy necessario per caricare le pagine internet: questo permetterà di ridurre del 30% la quantità di dati richiesti per visualizzare i siti internet. La gestione del WiFi viene rivista e corretta, inoltre il consumo dei dati sarà visualizzato direttamente in una piastrella della home. Migliorata anche la sicurezza del sistema operativo, con un'occhio di riguardo per le aziende che vogliono tutelare le loro più preziose informazioni. Apollo infatti supporterà nativamente la crittografia BitLocker a 128 bit. Ultima ma non meno importante è una nuova caratteristica chiamata DataSmart, che mira a ridurre e semplificare la tracciabilità dei dati utilizzati.

Windows Phone Windows Phone 8 arriverà entro la fine di questo 2012. Manca ancora tanto al suo rilascio, eppure molti esperti del settore affermano già che nei prossimi anni la sua quota di mercato crescerà notevolmente, divenendo divenendo il terzo sistema operativo per smartphone. Le premesse ci sono tutte, attualmente Windows Phone Mango risulta fluido e scattante come pochi altri, e con Apollo le cose non dovrebbero che migliorare. Sicuramente molto del destino della piattaforma mobile made in Redmond dipenderà anche dalle vendite del suo principale partner, cioè Nokia con la sua gamma Lumia. Il 2013 sarà insomma un anno cruciale per stabilire il destino di Windows Phone.