IFA 2019

Tutti i TV 8K dell'IFA di Berlino, da Samsung a Sony, passando per LG

Al recente IFA di Berlino sono stati mostrati diversi televisori 8K e HDR, per uno standard che sta trovando sempre maggiore supporto.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

L'IFA di Berlino si è appena concluso, senza portare con sé annunci clamorosi. La fiera teutonica però è stata un palcoscenico perfetto per mostrare prodotti innovativi, soprattutto in campo TV, come ad esempio l'interessante Panasonic MegaCon. Anche l'8K ha trovato il suo spazio e quest'anno abbiamo assistito all'arrivo di un numero maggiore di modelli, alcuni solo prototipi, altri invece già in commercio.
Samsung ha fatto da apripista al nuovo standard, avendo presentato TV compatibili nella precedente edizione dell'IFA, ora però anche Sony, LG e tanti altri marchi hanno messo in mostra i nuovi modelli, segno che l'8K ormai non è più un'esclusiva di Samsung.

L'8K è sempre più supportato

Samsung è il produttore con il numero maggiore di TV 8K visibili in fiera. Non potrebbe essere altrimenti, il colosso coreano ha puntato prima di tutti su questa risoluzione e ha già una gamma in commercio, la Q950R. Questa linea di TV è stata ora completata con nuovi modelli, che partono dai 55 pollici per arrivare poi a modelli da 75, 82 e 98 pollici. Tutti utilizzano un pannello VA a 10 bit e una retroilluminazione Full LED, differente per numero di led in base alle dimensioni del televisore.
Impressionante il modello da 98 pollici, capace di raggiungere, secondo specifiche, i 5000 nit di picco. I TV Q950R utilizzano un apposito filtro per aumentare gli angoli di visione laterali, inoltre supportano le HDMI 2.1 a piena banda, con la possibilità quindi di riprodurre un segnale video 8K a 60 Hz da fonte esterna. Il 4K è disponibile con refresh rate fino a 120 Hz senza compressione del colore e pieno supporto è dato alla tecnologia FreeSync di AMD.

Tutti i TV della gamma Q950R sono compatibili con HDR10, HLG e HDR10+ e sono dotati di tecnologia One Invisible Connection, che sposta su un box esterno, collegato con un cavo sottilissimo al TV, tutte le connessioni. Alla base del progetto di Samsung c'è il processore video Quantum 8K, pensato per l'upscaling dei contenuti. I prezzi partono da 3.499€ per il 55 pollici, ancora sconosciuto invece il costo del modello top da 98".

Nello stand Sony era invece possibile ammirare lo ZG9 Master, l'unico TV 8K disponibile della casa giapponese. I tagli sono da 85 e 98 pollici, con prezzi rispettivamente di 15.999 e 79.990 euro, non certo popolari, per un televisore LCD dotato di retroilluminazione full LED e compatibile con Dolby Vision, HDR10 e HLG. Il processore è un 8K X-Reality Pro deputato all'upscaling da risoluzioni inferiori e anche in questo caso sono disponibili le HDMI 2.1.

LG non è voluta essere da meno e anzi ha mostrato un piccolo gioiello, il primo TV 8K con pannello OLED. Si chiama 88Z9 e utilizza uno schermo da 88 pollici, compatibile con Dolby Vision, HDR10 e HLG.
Le informazioni sono ancora scarse ma il prezzo di 29.999€ è già stato confermato, così come l'arrivo sul mercato entro la fine dell'anno. Sempre da LG arriva anche un modello 8K con tecnologia LCD, l'SM99, con pannello IPS da 75 pollici e retroilluminazione Full LED, dotato di HDMI 2.1 e processore video Alfa 9. In questo caso il prezzo è decisamente più basso, di 4.999€, anche questo in arrivo entro la fine del 2019.
All'IFA non è mancato lo spazio anche per i produttori tedeschi e cinesi, meno noti ma comunque capaci di portare dei modelli interessanti, a partire da TCL. La casa cinese ha portato i nuovi televisori della linea X, che utilizzano la tecnologia QLED, con dimensioni di 85, 75 e 65 pollici, una particolare retroilluminazione con sistema Direct Mini Led e un'avanzata tecnologia per il local dimming: nel modello da 75" troviamo 25200 Mini Led suddivisi in 900 zone indipendenti, un numero enorme, per un controllo fine della luce e in grado di fornire una luminosità di picco di 1200 nit.

Hisense ha mostrato invece il suo 85U9E da 85 pollici, anche questo con retroilluminazione Full LED, local dimming e 1.694 zone di controllo. Si tratta di un pannello LCD con Quantum Dot, di cui ancora non si conosce il prezzo.
Anche Metz, brand tedesco ma di proprietà cinese, ha mostrato due TV 8K, uno da 88 pollici OLED (con pannello prodotto da LG) e una da 120 pollici LCD, ma non arriveranno in Italia. Così come Toshiba, che ha portato all'IFA un prototipo. Infine non poteva mancare Sharp, che in Asia ha lanciato il primo TV 8K ancora prima di Samsung, presente con due modelli LCD, un enorme 120 pollici e uno dalla dimensioni più contenute di 80 pollici Insomma, l'8K è ancora lontano dal diffondersi nelle case ma i produttori, rispetto al passato, stanno iniziando a puntarci di più, segno che nei prossimi anni vedremo un numero maggiori di modelli e, speriamo, anche un abbassamento dei prezzi.