TV Samsung QLED 2019: prime impressioni sui televisori in arrivo in Italia

Abbiamo visto in anteprima la nuova gamma TV QLED di Samsung, migliorata grazie alla retroilluminazione Full LED, per un HDR di alto livello.

speciale TV Samsung QLED 2019: prime impressioni sui televisori in arrivo in Italia
Articolo a cura di

La nuova gamma TV QLED di Samsung è in arrivo anche in Italia. In tutto sono cinque le varianti che raggiungeranno il nostro paese entro la fine di marzo, con novità importanti rispetto allo scorso anno. Prima fra tutte è l'adozione della retroilluminazione Full Led per quasi tutti i modelli, un passo necessario per migliorare la qualità di visione e limitare le classiche problematiche dei display LCD, come il blooming e il backlight bleeding. Il primo è un alone che si crea intorno ad aree particolarmente luminose della scena su sfondo nero, il secondo invece è legato direttamente alla retroilluminazione: nella aree in cui sono piazzati i led, compaiono dei fastidiosi aloni luminosi che rovinano l'esperienza di visione nelle scene più scure.
Già con la gamma 2018 Samsung era riuscita a limitare questi difetti, ma per quanto abbiamo visto i TV 2019 fanno un netto passo in avanti, mostrando prestazioni superiori nella riproduzione dei neri rispetto al passato.

La gamma TV 2019

I televisori QLED in arrivo in Italia sono in tutto cinque, con un modello 8K e gli altri invece tutti 4K. All'apice troviamo il Q950R, un TV 8K HDR+ disponibile con diagonale da 55, 65, 75, 82 e 98 pollici. Dotato di pannello VA e di un'avanzata retroilluminazione Full LED, questo televisore, come anche gli altri della gamma QLED, utilizza il One Connection Box, che si collega tramite un sottile cavo e mette a disposizione tutte le connessioni. In questo modo è possibile allontanare dal pannello tutti i cavi, l'unico ad arrivare è molto sottile e trasparente, facilmente occultabile.
All'apice della gamma 4K troviamo invece il Q90R, anche questo con pannello VA (utilizzato anche dagli altri modelli) e disponibile nei tagli da 55, 65 e 75 pollici. Molto elevata la luminosità di picco, che da specifiche raggiunge i 2000 nit, mentre il modello inferiore, il Q85R, raggiunge i 1500 nit. Q85R arriva con diagonale da 55, 65 e 75 pollici e retroilluminazione Full Led. L'ultimo modello ad utilizzare questa tecnologia, ma in una versione più basilare, è il Q70R, nei tagli da 49, 55, 65, 75 e 82 pollici e con una luminosità di picco di 1000 nit. Alla base della linea QLED 2019 c'è invece il Q60R, con retroilluminazione Edge Led e luminosità di picco di 1000 nit, disponibile con diagonale da 43, 49, 55, 65, 75 e 82 pollici
Il sistema operativo è Tizen per tutte le varianti, le novità sono diverse e comprendono la compatibilità con AirPlay 2 e iTunes di Apple, oltre alla presenza dell'assistente vocale Bixby e tramite smart speaker anche Alexa e Google Assistant. Non mancano importanti novità in ambito gaming, come la Auto Game Mode e il Dynamic Black Equalizer, per mettere in evidenza oggetti e nemici nella aree più scure dello schermo, che potete leggere nel nostro speciale dedicato.

Retroilluminazione Full Led e nuovo processore di immagine fanno la differenza

Durante un apposito evento a Barcellona Samsung ha mostrato tutte le novità in arrivo con in nuovi televisori, novità che, per quanto abbiamo visto in questo primo contatto, vanno a migliorare in modo corposo la resa rispetto al passato. L'utilizzo della retroilluminazione Full Led su tutti i modelli, tranne il Q60R, era un passo obbligato per migliorare l'intensità dei neri e il livello di dettaglio nelle aree più scure della scena, ma anche il nuovo processore di immagine è importante per la resa finale. Il processore Quantum, utilizzato finora solo sui modelli 8K, arriva infatti anche nei TV 4K, andando a migliorare la qualità dell'upscaling, anche dei servizi di streaming, e la gestione del local dimming. Ogni TV QLED ha infatti un numero diverso di LED e di zone controllabili, con il nuovo processore gli algoritmi che determinano il funzionamento del local dimming vengono tarati in base alle specifiche del modello impiegato, ottimizzando così la resa finale.
Per quanto abbiamo visto, il connubio tra la retroilluminazione Full Led e il nuovo processore di immagine funziona molto bene, Samsung ha mostrato delle demo in contesti di utilizzo molto esplicativi, mettendo direttamente a confronto i TV QLED 2019 con quelli dello scorso anno. La prima demo che abbiamo visto era basata sulla visione del film IT, in 4K e con HDR attivo, sul top di gamma Q90R. Il primo elemento che balza all'occhio è l'intensità del nero, nettamente superiore rispetto al passato, anche in confronto all'ex top di gamma Q9F.

Osservando frontalmente il TV il blooming è estremamente ridotto, quasi assente, nonostante sullo schermo Samsung abbiamo mostrato immagini particolarmente complesse da gestire per un televisore LCD, molto scure ma con picchi luminosi elevati. L'immagine che trovate qui sotto, seppur non rappresentativa della reale esperienza di visione, mette bene in mostra le migliorie apportate, con a sinistra un TV 4K della gamma 2019, a destra invece uno dello dello scorso anno.

Le prove sono proseguite poi sulla variante inferiore, il Q85R, ma anche in questo caso il miglioramento rispetto al passato è netto, anche negli angoli di visuale, grazie alla tecnologia Ultra Viewing Angle. Non si tratta di un accorgimento software, Samsung ha inserito un nuovo strato di materiale tra la retroilluminazione led e i cristalli liquidi per concentrare maggiormente la luce in aree più piccole, diminuendo la dispersione della luce e aumentando così gli angoli di visuale.
Samsung è andata a migliorare tutti i punti deboli delle passate generazioni di TV QLED, ora non resta altro che attendere le indicazioni sui prezzi ufficiali per l'Italia, che faranno comprendere meglio la bontà dell'offerta della casa coreana.