TV Samsung QLED e Tizen: dalle app allo Smart Remote, un OS interconnesso

Diamo uno sguardo a Tizen e alle possibilità di connessione che offre, grazie al telecomando universale e alla sinergia con gli smartphone Samsung.

speciale TV Samsung QLED e Tizen: dalle app allo Smart Remote, un OS interconnesso
Articolo a cura di

Quali caratteristiche deve avere un sistema operativo dedicato a un televisore? Si potrebbe parlare di tecnologie di streaming, di funzioni o di capacità particolari, ma il vero elemento fondamentale rimane la semplicità. I TV vengono usati da un pubblico vasto e con competenze tecniche molto variabili, ecco perché la loro interfaccia e le loro funzioni devono essere facilmente accessibili. Altro punto fondamentale è la compatibilità con le applicazioni di streaming, un elemento imprescindibile oggi visto l'uso intensivo che si fa di questi servizi. Questo è sufficiente per un utilizzo base, adatto al pubblico di tutte le età, oggi però la tecnologia permette molto di più, ecco perché nei televisori sono inserite sempre più funzioni, legate spesso a dispositivi esterni ad essi.
Tizen OS riesce a fare tutto questo proponendo un'interfaccia semplice e mai invasiva, senza tonnellate di opzioni ma con tutto quello che serve. Per gestirla basta il telecomando One Remote Control, o in alternativa uno smartphone dotato di applicazione SmartThings.

Interfaccia semplice e tante app

Molto spesso i sistemi operativi dei televisori non offrono una buona continuità di utilizzo. Alcuni hanno una divisione piuttosto netta tra il menù delle opzioni e l'OS, come nel caso di Android TV, altri invece non riescono a creare una continuità stilistica tra le varie sezioni che li compongono. Questo non avviene su Tizen, che invece offre una continuità d'uso notevole, all'insegna della semplicità, come testimonia anche il telecomando One Remote Control, dotato di pochissimi tasti, segno della buona integrazione con l'interfaccia di Tizen, che non necessità di decine di pulsanti per essere gestito al meglio.
Di fatto bastano il tasto Home e il selettore circolare presente sul telecomando per utilizzare tutte le funzioni disponibili. Già dalla schermata principale si capisce che sono i contenuti ad essere messi in primo piano, grazie a un'interfaccia che copre solo una piccola parte dello schermo, permettendo nel frattempo la visione del programma sottostante e mettendo subito in mostra le applicazioni per lo streaming, con tanto di contenuti suggeriti.

Nella parte bassa della home sono visualizzate tutte le applicazioni installate, basta spostarsi su una di esse per poter riprendere la visione dell'ultimo contenuto interrotto, oppure passare a uno nuovo suggerito direttamente dal servizio di streaming sulla base delle proprie abitudini.

A proposito di applicazioni, Tizen offre un parco app che include tutti i più importanti servizi di streaming video, aggiornato di continuo. L'ultimo arrivato è stato Disney+, presente fin dal primo giorno di funzionamento del servizio in Italia. Non mancano poi Apple TV, Netflix, Amazon Prime Video, YouTube e YouTube Kids, oltre a TIMVISION, DAZN, Now TV, Rakuten, Infinity, Rai Play e Google Play Film. Presenti anche diverse app per lo streaming audio, con Spotify, Tidal, Amazon Music, Deezer, TuneIn, senza dimenticare applicazioni come Plex, per l'utilizzo di un server multimediale domestico, o Steam Link, per lo streaming dei giochi da un PC locale.
Se desidera inoltre una TV gratuita senza vincoli, Samsung TV Plus è una valida alternativa. Offre un accesso immediato a 30 canali dedicati a notizie, sport, intrattenimento e molto altro ancora. È un servizio completamente gratuito, che non richiede alcun download, iscrizione, carta di credito, abbonamento o dispositivo aggiuntivo.

SmartThings e smartphone Samsung

SmartThings è un'applicazione preinstallata sui televisori Tizen che funziona da centro di controllo per la domotica. Una sorta di hub per la gestione di tutti i dispositivi connessi, dalle lampadine smart, sempre più diffuse, alle videocamere di sorveglianza, fino al frigorifero, nel caso in cui possa contare su funzionalità di questo tipo. Grazie a SmartThings si può utilizzare il proprio telefono come tastiera, decisamente più comodo rispetto al telecomando, oppure sfruttare l'applicazione "Gallery", installata di default sul TV, per mostrare le immagini scattate dallo smartphone direttamente sul grande schermo.
Questa applicazione è utile anche in fase di configurazione di un televisore, che in coppia con uno smartphone diventa ancora più semplice. Abbiamo provato con un Galaxy Note 20 Ultra (ma SmartThings è disponibile anche per gli altri smartphone Android e iOS), al primo avvio basta lanciare l'app sul telefono e seguire le indicazioni sullo schermo del televisore per trasmettere automaticamente diverse impostazioni, dalle credenziali di accesso al proprio account Samsung fino a quelle del Wi-Fi di casa.
Non bastasse questo, SmartThings salva anche i backup di eventuali TV Samsung posseduti in precedenza, in questo modo si possono ripristinare le impostazioni per avere il televisore subito pronto all'uso.

Sempre tramite SmartThings è possibile creare, attraverso la Ambient Mode, un tema personalizzato in grado di fondere il televisore con l'ambiente circostante. La Ambient Mode è una funzione dei QLED di Samsung che, una volta attivata, permette di mostrare sul TV diversi tipi di informazioni e di immagini a schermo spento: si possono visualizzare il meteo come l'ora, ma anche temi speciali che rendono il televisore un vero e proprio oggetto d'arredamento.
Con SmartThings e uno smartphone basta scattare una foto del TV, insieme al muro dietro di esso, per creare un'immagine che mimetizza il televisore con l'ambiente domestico, una funzione ancora più efficace con modelli come il Q950T che abbiamo recensito, praticamente privo di cornici.
Non manca nemmeno un vero e proprio telecomando virtuale. Sullo smartphone è disponibile infatti una replica esatta delle funzioni disponibili su One Remote Control, utile per controllare direttamente il TV dal telefono.

Interessante anche la funzione multi view, esterna a SmartThings, che permette di dividere lo schermo del televisore in due parti, una dedicata ai contenuti che si stanno guardando, l'altra invece al mirroring del telefono.

Un telecomando universale

Il One Remote Control è un telecomando dall'aspetto semplice ma che nasconde una funzione molto utile, ovvero la possibilità di controllare altri dispositivi. Si tratta di fatto di un telecomando universale, che può essere impiegato per il controllo di decoder satellitari, lettori multimediali, impianti audio e molto altro. Questo è possibile grazie alla sinergia con un TV QLED, in grado di rilevare automaticamente il tipo di dispositivo connesso.

Quando viene collegata una HDMI al TV, questo è in grado di capire la tipologia di device connesso, sia esso una console da gioco come un lettore Blu Ray. Terminata questa procedura, il TV invia al telecomando tutti i dati necessari per il controllo del dispositivo, senza ulteriori passaggi, un altro esempio di come l'ecosistema composto da Tizen, smartphone Samsung e One Remote Control possa semplificare l'utilizzo del televisore.