Virgin VSS Unity: l’eccellenza del turismo spaziale

Virgin ha presentato quello che può considerarsi l’erede dello SpaceShipTwo: VSS Unity nasce con l’obiettivo di riportare la società americana sulla strada giusta, trasportando i turisti nello spazio in tutta tranquillità.

speciale Virgin VSS Unity: l’eccellenza del turismo spaziale
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

E' trascorso un anno e mezzo da quel fatidico incidente accaduto nel deserto del Mojave, in California, luogo in cui il Virgin SpaceShipTwo andò incontro ad un'esplosione dove perse la vita il co-pilota Michaes Alsbury. L'altro dei due, Peter Siebold, riuscì invece a salvarsi lanciandosi col paracadute da ben 16 km di altezza, ma riportando gravi ferite. Secondo le ricostruzioni effettuate dagli investigatori e dai dati contenuti nella scatola nera del velivolo, l'incidente fu causato da un errore umano, in seguito ad un'errata stabilizzazione dello SpaceShipTwo nella fase di rientro a terra. Virgin Galactic desidera però che la tragedia occorsa l'anno scorso sia solo un brutto ricordo, e che da quest'ultima si possa imparare per non ricadere nei gravi sbagli effettuati, soprattutto sul sistema di sicurezza. La compagnia ha presentato così quello che può considerarsi l'erede dello SpaceShipTwo, chiamato VSS Unity, che nasce con l'obiettivo di riportare la società americana sulla strada giusta, trasportando i turisti nello spazio in tranquillità.

Il VSS Unity

I lavori per la costruzione di VSS Unity sono cominciati ben quattro anni fa, mentre la registrazione - con codice N202VG - avvenne nel settembre del 2014. "Sono davvero fiero di tutto il team" è stata la prima dichiarazione rilasciata da George Whitesides, CEO di Virgin Galactic. Il nuovo velivolo è molto simile al suo predecessore e condivide con quest'ultimo la struttura aerodinamica e il sistema di propulsione. Il cambiamento più rilevante lo si trova nel feather locking system, un apparato che aiuta la discesa del velivolo. La causa dell'esplosione dello SpaceShipTwo è infatti legata proprio a questo elemento, che è stato attivato quando l'aereo non era ancora in fase di discesa. VSS Unity adesso include un blocco meccanico che previene lo sblocco della leva che controlla il sistema quando il velivolo si sta muovendo a velocità troppo elevate e non è pronto per la discesa. "Insieme possiamo rendere lo spazio più accessibile, fatto che è stato solo un sogno fino a pochi anni fa, e così facendo possiamo portare cambiamenti positivi alla vita sulla Terra. Il nostro nuovo e bellissimo aereo, VSS Unity, è l'incarnazione dell'obiettivo che vogliamo raggiungere, ed anche la testimonianza di ciò che può essere ottenuto quando la collaborazione nel team è strettissima; grandi abilità e spiccato orgoglio sono stati combinati per ottenere un fine comune" ha detto invece Richard Branson. Il nome è stato scelto dal fisico Stephen Hawking, il cui occhio è stato utilizzato per disegnare il logo del mezzo, che è stampato sulla zona laterale di Unity.
La cerimonia di apertura si è tenuta proprio nel deserto del Mojave, luogo in cui Virgin ed altre compagnie legate allo spazio hanno le strutture per la costruzione e per sperimentare le proprie idee. La compagnia americana ha dichiarato, già in occasione dell'evento, che si passerà dalla fase di fabbricazione a quella di testing, che inizierà con uno step di test effettuati sulla terra prima di procedere con il volo vero e proprio. Il precedente modello era portato ad una altitudine adeguata - in genere 14.000 metri - dalla portaerei White Knight Two, che rilasciava poi lo spacecraft, dando il via ai motori un minuto prima dello sgancio. Dopodiché, SpaceShipTwo era in grado di raggiungere la sua altezza massima sul livello del mare, e cioè 100 chilometri. Dopo aver completato le sperimentazioni sulla terra, Virgin studierà un modo per agganciare White Knight Two a Unity, rifacendosi allo stesso meccanismo utilizzato in passato. Nell'aereo ci sono sei posti per i passeggeri più due per i piloti.

La sicurezza non va trascurata

In seguito al disastro del Mojave, Virgin Galactic non può andare incontro a compromessi sul fronte della sicurezza. In realtà nessuna azienda impegnata in questo settore dovrebbe farlo, ma per la società di Whitesides è un caso ancora più delicato. Il turismo spaziale sta facendo ora i primi passi, e per questo la salvaguardia di vite umane deve essere al centro dei progetti degli enti privati. Ecco perchè Virgin continua lo sviluppo del velivolo in maniera rigorosa e attenta:"Passare dalla finzione alla realtà richiede idee intelligenti, duro lavoro e, al di sopra di tutto, un sacco di testing" ha fatto sapere la compagnia americana. La presentazione di Unity tuttavia non significa che esso è già pronto per dare comfort e sicurezza ai passeggeri ed anzi, quel giorno è piuttosto lontano.

Virgin Galactic Virgin ha dichiarato che darà il via libera al turismo spaziale solo quando sarà sicura che tutto funzioni alla perfezione. Prima dell’incidente occorso nel 2015, la società aveva offerto i suoi servizi a 700 clienti per un incasso di circa 225.000 dollari per passeggero. Dopo l’esplosione alcuni clienti hanno chiesto il risarcimento, ma è stato dato loro soltanto uno sconto sul prossimo viaggio. Secondo il CEO di Virgin Galactic, l’azienda non sta concorrendo con i propri competitor in quanto non sono ancora affermati nell’ambito del turismo spaziale, e ci vorrà ancora un po’ prima che possano seriamente metterla in difficoltà. Il suggerimento che sentiamo di dare a Virgin è quello di prestare attenzione ad Amazon, perché anche Blue Origin sta facendo faville.