Speciale Windows 10: Cortana alla prova

Cortana è la nuova assistente virtuale di Microsoft integrata in Windows 10, capace di portare a termine tanti compiti e di rendere la vita più semplice ed immediata all’utente. Come funziona? Fa bene il suo lavoro? Vediamo come si comporta.

speciale Windows 10: Cortana alla prova
Articolo a cura di

Gli utenti che hanno avuto il piacere di apprezzare la serie Halo hanno già fatto conoscenza con Cortana, l'IA che guida Master Chief durante il suo cammino, ora integrata in Windows 10 sotto forma di assistente personale. Essa nasce per regalare alla macchina un tocco di umano, come se stessimo parlando con un individuo in carne ed ossa. Alan Turing impallidirebbe di fronte a Cortana: possiamo chiederle qualsiasi cosa, sia con la voce che con il testo. Cortana cercherà di rispondere nella maniera più vicina ai nostri interessi e/o necessità, imparando dalle nostre abitudini e dando un responso basandosi su ciò che più ci piace. Più parliamo con lei, più colorite e personalizzate saranno le chiacchierate. E' capace perfino di raccontarci barzellette o aneddoti sui vari CEO Microsoft come Steve Ballmer o l'attuale Satya Nadella, oppure effettuare predizioni sulle partite di calcio. In sostanza, possiamo discutere con lei di qualsiasi cosa ci passa per la testa. Ecco perché abbiamo deciso, con questo focus, di approfondire la nostra conoscenza con la nuova assistente virtuale.

La veste di Cortana

Per installare Cortana non c'è bisogno di muovere un dito, in quanto Windows 10 la prevede di serie. Ovviamente è anche disattivabile all'occorrenza, senza che lei si offenda.
Nella barra delle applicazioni le è dedicato un box di ricerca, in modo che l'utente possa accedere facilmente cliccandoci con il mouse. Un'altra possibilità è quella di dire, a voce, "Ehi Cortana", dopodiché lei si sveglierà all'istante per servirci; questa è però una funzionalità che va attivata nelle impostazioni. Parlare a Cortana viene del tutto naturale, e al senso di spontaneità contribuisce anche il modo in cui lei risponde. Le frasi sono quasi tutte doppiate. Si può chiedere del meteo, delle notizie odierne, o del traffico, per esempio con "Come è il tempo oggi?". Sa impostare un promemoria, un evento sul calendario, la sveglia e molto altro. Altre domande singolari da poter porre sono "Quanti anni hai?" o "Da dove vieni?". Lei risponderà a quasi tutto, e se non può rispondere a ciò che abbiamo appena detto, allora avvierà una ricerca sul web. Essa può essere anche semplicemente utilizzata come barra di ricerca per trovare file e programmi nel computer, applicazioni sullo store o per effettuare un'indagine più approfondita con internet. Il motore di ricerca utilizzato è quello proprietario di Microsoft, Bing, ma Cortana ha a cuore le nostre preferenze ed è possibile quindi impostarne altri, come quello di Google (tramite l'estensione Chrometana per Google Chrome). Le funzionalità di Cortana vengono continuamente aggiornate dall'azienda statunitense tramite il cloud ed il canale Windows Update. La nostra aiutante è integrata anche in Microsoft Edge, lo scattante browser che va a sostituire il fatiscente Explorer.
Cortana si presenta in una grafica totalmente amalgamata al resto del sistema, con un menu laterale sulla sinistra in perfetto stile Windows 10. All'avvio, essa ci mostra la home col calendario accompagnato dagli eventuali eventi, le ultime notizie (in base alle nostre necessità) ed il meteo della località in cui ci troviamo. Ogni scheda può essere cliccata e ci porta eventualmente alla relativa applicazione, che fornisce ulteriori dettagli. Scrivendo nel search box possiamo cercare elementi sul PC o nel web. Andando invece sull'iconcina del microfono possiamo fare lo stesso, ma a voce, oltre a farle domande di vario genere. Solo parlando possiamo instaurare una vera e propria conversazione, perché se proviamo a farle una domanda scritta (del tipo "Cosa devo fare dopo?") lei non risponderà e farà esclusivamente una ricerca tramite Bing, come se non avesse compreso il comando. Forse Microsoft ha imposto questa limitazione per attenersi al concetto di naturalezza, in quanto scrivere e poi veder controbattere Cortana a voce è troppo artificioso. Magari, in futuro, sarà integrata qualche sorta di chat per consentire all'utente di discuterci con delle righe di testo.

Il menu di sinistra comprende - dall'alto verso il basso - quattro diverse sezioni, che sono: home, appunti, promemoria e suggerimenti. L'area più ricca è la seconda, quella degli appunti. Da qui possiamo, per esempio, accedere alle informazioni personali - se vogliamo cambiare il nome con cui Cortana ci identifica, o impostare i luoghi preferiti - oppure alle impostazioni. Tramite queste ultime siamo in grado di disattivare l'assistente, di attivare l'opzione per risvegliarla pronunciando nel microfono "Ehi Cortana" oppure di permetterle di tenere traccia dei nostri voli in aereo. Ancora, possiamo accordarle la possibilità di mandarci notifiche di ogni tipo - anche soltanto per un amichevole saluto.
Negli appunti, oltre alle sopracitate sezioni, ne abbiamo molte altre suddivise per categoria, mediante le quali disponiamo della facoltà di "istruire" Cortana, di farci conoscere e dirle chi siamo e cosa amiamo fare, in modo che l'apprendimento sia più rapido. Comunicarle che abbiamo l'auto, o la città di cui vogliamo conoscere di giorno in giorno il meteo, è un gioco da ragazzi.
La terza area è quella dei promemoria. Possiamo qui impostare degli avvisi per farci ricordare determinate cose (ad esempio una riunione). Ci penserà lei a non farci tralasciare ciò che dobbiamo fare.
La quarta e ultima sezione permette di inviare un parere a Microsoft e farle sapere cosa ne pensiamo di Cortana, dandole suggerimenti e consigli su come migliorarla.

Cortana alla prova

Oltre a lavorare passivamente, utilizzare esplicitamente Cortana aiuta a compiere moltissime azioni con più semplicità e prontezza. Ha così tante funzioni che dubitiamo le adopererete tutte. Dopo aver testato a fondo l'assistente, possiamo dire che l'abbiamo trovata effettivamente utile. Tutte le prove sono state eseguite attraverso il microfono di una webcam Logitech C920.
Vediamo meglio a cosa e come Cortana reagisce. E' facile venire a conoscenza del meteo per la zona di interesse, con domande semplici quali "Ci sarà Sole questa settimana?" o "Com'è il tempo a Milano?". Il responso è stato in questo caso istantaneo, con le previsioni a 5 giorni in mostra e una descrizione a voce - più o meno accurata - di Cortana stessa.
Con lei siamo stati in grado di trovare velocemente nome e artista di una canzone facendogliela ascoltare, allo stesso modo con cui lavorano applicazioni come Shazam. Molto comoda la possibilità di far lanciare programmi a Cortana. Il browser si è avviato subito con il comando "Avvia Google Chrome". L'aiutante ci ha persino risposto con un gentile "Certo, ecco Google Chrome". Molto carino da parte sua.
Andare nel menu di sinistra per impostare un promemoria non è comodo quanto farlo con la voce. "Ricordami di caricare il cellulare" è la frase che abbiamo utilizzato per fissare l'appuntamento desiderato. Cortana ci ha chiesto "A che ora dovrei ricordartelo?" e noi abbiamo controbattuto "Tra 5 minuti". Dopodiché ci è stato esposto un riepilogo del promemoria e l'assistente ci ha chiesto conferma chiedendo "Va bene?". Noi abbiamo semplicemente risposto a voce con un "Sì". A questo punto è risultato tutto configurato e Cortana ci ha avvisato dopo cinque minuti con una classica notifica, come previsto. Abbiamo trovato questo sistema eccellente e siamo rimasti anche un po' sorpresi nel sentire la naturalezza espressiva di Cortana .
Anche le note e gli eventi sul calendario sono semplici da aggiungere, pronunciando rispettivamente "Prendi nota: domani devo fare la spesa" o "Aggiungi fare la spesa al calendario per domani", per esempio.
E' capace inoltre di effettuare calcoli e conversioni in modo rapido ed affidabile. Siamo stati in grado di convertire gli euro in dollari dicendole "Converti 50 euro in dollari"; il comando ha funzionato alla perfezione con solo un trascurabile ritardo per l'elaborazione. Con "Quanto vale un'azione di Google?" abbiamo ottenuto l'andamento delle azioni dell'azienda californiana, con i punti percentuale persi o guadagnati della giornata. Anche l'ambito finanziario, quindi, sembra essere stato trattato con impegno.
Cortana sa quanto è lontana qualsiasi posizione o luogo di interesse, e ci siamo fatti dare queste informazioni chiedendole "Quanto dista il Duomo di Milano?". Ci è stata mostrata una mappa con il percorso e la distanza in auto. L'assistente conosce anche la situazione del traffico, e ce l'ha spiegata nel momento in cui le abbiamo chiesto "Com'è il traffico?".
Dettandole il codice di un volo oppure chiedendole "Il volo EZY996 di EasyJet è in orario?" siamo perfino stati aggiornati sullo stato dell'aereo.

La sveglia è ben fatta, e dire a Cortana "Svegliami fra 10 minuti" oppure "Svegliami alle 19:00" funziona senza sbavature.
Infine, se abbiamo la voglia di parlare con Cortana, possiamo interrogarla a proposito di qualunque fatto generico come "Qual è il significato di ostentare?". Le abbiamo anche chiesto di raccontarci una barzelletta e lei ci ha risposto con una simpatica vicenda su Pierino. "Raccontami una storia", "Sorprendimi" e "Cantami una canzone" sono altre frasi che hanno funzionato e le abbiamo trovate molto divertenti da utilizzare.
Passando ai punti dolenti, invece, c'è da rivelare che non siamo riusciti a mandare una mail. Stranamente il comando "Manda mail" non ha dato esito positivo, come con la versione americana. Cortana ci ha risposto dispiaciuta, comunicandoci che questo non può ancora farlo e di attendere i prossimi aggiornamenti. Senza dubbio la possibilità verrà aggiunta in futuro, e per ora ne possiamo comunque fare a meno.
I comandi che vi abbiamo qui suggerito non sono tutti, e potete trovarne altri chiedendo nei commenti o provando voi stessi. Il motore di riconoscimento vocale è buono e riesce a discernere con disinvoltura ciò che diciamo. Raramente ci è capitato di vederlo sbagliare, e ciò è successo soprattutto quando abbiamo volutamente pronunciato velocemente la frase.
Durante il nostro utilizzo, siamo incappati in un fastidioso bug che ha mutato l'audio di Cortana. Era perfettamente utilizzabile, ma nonostante lei parlasse noi non riuscivamo a sentirla. Il problema è andato comunque via chiudendo l'assistente e ricontattandola dopo circa cinque minuti.

Windows 10 Cortana rappresenta l’emblema di un importantissimo esperimento, forse il primo di questo tipo e con un raggio così ampio. Un’assistente vocale di questa tipologia su un computer non si era mai vista, e in teoria potrebbe cambiare alcune abitudini degli utenti. Certo, non tutti la utilizzeranno, ma dobbiamo ammettere che per certi compiti risulta davvero comodissima. I comandi sono tanti, anche se ad alcune frasi Cortana non sa ancora rispondere, restituendo una classica ricerca sul web. Questo si risolverà sicuramente nel tempo, con gli aggiornamenti che Microsoft dovrebbe apportare. Il senso di naturalezza con il quale discute con l’interlocutore è buono, ma non perfetto. Stona parte del parlato che inevitabilmente è costituito da voce sintetizzata, come numeri ed orari. Strana invece la mancanza riscontrata con l’invio di mail e il bug del suono - che improvvisamente è diventato assente. In definitiva, Cortana è un progetto quasi maturo e concretamente fruibile. Ci sarà ovviamente bisogno di alcuni aggiornamenti da parte della società californiana, dell’aggiunta di più frasi riconosciute come comandi e di qualche miglioramento nel motore di riconoscimento vocale, per renderla maggiormente utilizzabile.