Windows 11 in arrivo: le 5 principali novità da tenere d'occhio

Windows 11 sarà ufficialmente disponibile il 5 ottobre 2021: facciamo il punto della situazione sulle principali novità in arrivo.

Windows 11 in arrivo: le 5 principali novità da tenere d'occhio
Articolo a cura di

La prossima versione di Windows arriverà il 5 ottobre 2021. La disponibilità di Windows 11 sarà graduale e la questione Secure Boot e TPM 2.0 continua a tenere banco, ma a breve un buon numero di utenti avrà modo di mettere le mani sulla versione stabile del nuovo grande aggiornamento dell'OS di Microsoft, che arriverà in seguito alle varie build preliminari di Windows 11.
In questo contesto, risulta interessante analizzare le principali novità in arrivo, facendo anche il punto della situazione sulle funzionalità già disponibili al lancio e quelle che invece verranno rilasciate solamente in seguito. Andiamo, dunque, ad approfondire, a meno di un mese dall'uscita, ciò che ci aspetta con Windows 11.

Fluent Design

La novità principale introdotta da Windows 11 è sicuramente l'utilizzo del Fluent Design. Infatti, Microsoft ha deciso di rivedere in modo deciso il look del suo sistema operativo, stravolgendolo nella sua essenza. Già dalle build preliminari gli utenti hanno potuto apprezzare uno stile maggiormente in linea coi tempi, nonché coerente. Tra bordi arrotondati e icone finalmente rinnovate, la società di Satya Nadella è partita dalle basi per garantire all'utente una forte sensazione di novità già dal primo avvio.
Il pulsante Start e le altre icone della barra delle applicazioni sono stati spostati in basso al centro, qualcuno direbbe in stile macOS.

Niente più barra per la ricerca di grandi dimensioni, ora c'è la sola icona della lente d'ingrandimento. Anche il pulsante Start è stato rinnovato, con delle opzioni rapide che possono consentire all'utente di gestire tutto al meglio. Pensate che l'azienda di Redmond ha rivisto persino il menu dedicato al volume, che ora presenta anche dei toggle rapidi legati, ad esempio, al Bluetooth e alla modalità aereo.
Per il resto, sono stati rinnovati anche Esplora file, Impostazioni e Microsoft Store, tutto per rendere più futuristico il design e per semplificare la vita all'utente. Il Fluent Design è già disponibile nelle build preliminari, quindi tutto fa pensare che lo sarà anche al lancio.

Widget

Guardando con un po' più di attenzione le icone presenti nella barra delle applicazioni di Windows 11, noterete anche la presenza di quella dedicata ai Widget. Premendo su quest'ultima, comparirà a schermo una pagina dedicata a questi utili strumenti rapidi: sembra proprio che Microsoft stia cercando di adottare un approccio simile al mondo dei dispositivi mobili, rendendo in questo caso a portata di pochi clic alcune informazioni e operazioni che molti sono soliti effettuare nel quotidiano.

Sarà interessante vedere quali saranno i widget utilizzabili in questa scheda, ma nelle prime build dell'OS le principali possibilità erano legate a notizie, partite di NBA, mercati e meteo. Tuttavia, risulta interessante il fatto che l'utente sia finalmente in grado di gestire i propri interessi, in modo da farsi consigliare contenuti attraverso il feed di Microsoft News.

Bisognerà vedere in che modo la società di Satya Nadella gestirà questa possibilità quando l'OS sarà in mano a tutti, ma le potenzialità ci sono e anche la volontà, visto che l'azienda di Redmond ha aggiunto diversi widget tramite i successivi aggiornamenti effettuati a livello preliminare, come ad esempio quello relativo alle app Office 365).

Snap Layout

Una funzionalità forse passata un po' in sordina nel periodo pre-lancio, ma che in realtà può rappresentare una novità non di poco conto, è Snap Layout. In parole povere, aprendo un qualsiasi programma e spostando il mouse sopra all'icona che si trova in alto a destra nella finestra, è possibile selezionare un riquadro in cui posizionare la finestra.

Si tratta di una possibilità che strizza l'occhio a coloro che sono soliti utilizzare più programmi in contemporanea, effettuando dunque operazioni in multitasking. Sarà possibile accedere a Snap Layout anche attraverso shortcut da tastiera, mediante la combinazione Win + Z. Questa facilitazione può potenzialmente rendere molto più comodi l'apertura e l'utilizzo di un buon numero di software in apposite finestre.

Microsoft Teams

Se siete soliti effettuare molte videochiamate con il vostro computer, potrebbe farvi piacere sapere che la società di Redmond ha deciso di integrare il Microsoft Teams direttamente in Windows 11.

Infatti, tra le icone inserite nella barra delle applicazioni dell'OS, c'è anche quella del noto servizio. Le ultime build preliminari hanno messo a disposizione degli utenti la possibilità di scrivere rapidamente alle altre persone mediante Microsoft Teams, accedendo velocemente ai propri contatti e ricevendo notifiche direttamente a livello di sistema.
Per il momento non è tuttavia possibile effettuare chiamate e videochiamate, ma nelle versioni preliminari dell'OS questa funzionalità viene descritta come "presto in arrivo". Insomma, la release finale potrebbe rappresentare il momento giusto per il lancio di un'integrazione completa.

Supporto alle app Android... in futuro

Una delle novità più intriganti già annunciate da Microsoft per quel che riguarda Windows 11 è il supporto alle applicazioni Android e gli utenti potranno scaricare questo tipo di software direttamente dal negozio ufficiale Amazon Appstore che, dopo essersi fatto notare sui tablet Fire (come potete leggere nella nostra recensione di Amazon Fire HD 8 2020) e su Android in generale (come potete leggere nella nostra guida agli store Android alternativi), approda dunque anche su Windows.

Si tratta di una novità che potrebbe permettere all'utente di ampliare le proprie possibilità di utilizzo, dato che in futuro potrebbe non essere più necessario utilizzare emulatori per poter sfruttare le classiche app per dispositivi mobili.

Inoltre, l'apertura ai file APK non fa altro che incrementare ulteriormente il vasto catalogo software disponibile per Windows, puntando ulteriormente verso la filosofia aperta condivisa da Windows e Android e contrapposta rispetto all'idea di ecosistema di Apple. Tuttavia, bisogna ricordare che non sarà possibile sfruttare le app legate ai servizi Google con questo metodo, proprio come avviene nei tablet Fire.
Inoltre, non è detto che tutte le app disponibili nella versione mobile dell'Amazon Appstore arrivino anche su Windows. Insomma, ci sono ancora delle questioni da chiarire in questo contesto e infatti Microsoft ha annunciato che il supporto alle app Android per Windows 11 arriverà più avanti e non al lancio. Al momento l'ipotesi più gettonata è quella dell'arrivo verso la metà del 2022.