Speciale Windows Phone 7

Presentato nel dettaglio il nuovo sistema operativo mobile di Microsoft.

speciale Windows Phone 7
Articolo a cura di

Windows Phone 7 è una bella scommessa per Microsoft. Lo strapotere di Apple nel campo mobile sembra non accennare a fermarsi, e tra un aggiornamento di iOS e un nuovo iPhone - presumibilmente - previsto per il prossimo anno, la casa di Cupertino non vede rivali. Ma sarà arrivato il momento della svolta?Ieri 11 Ottobre, Microsoft ha presentato a Milano il suo nuovo sistema operativo, Windows Phone 7, che promette interessanti innovazioni nel modo di comunicare e, soprattutto, condividere i dati con altri dispositivi. Riassumiamo di seguito gli highlights della conferenza di ieri.

Connessione e condivisione

Uno dei fattori su cui Microsoft punta maggiormente per la diffusione del nuovo Windows Phone 7, è sicuramente rappresentato dal cloud, quel sistema che permette di condividere le informazioni in tempo reale con altri dispositivi basati su sistemi operativi Microsoft, come PC, XBox o smartphone.
Una rete di dati costantemente attiva, che permette all'utente di essere sempre aggiornato sui movimenti riguardanti tutte le piattaforme interessate. Callegari, responsabile della divisione mobile di Microsoft Italia, ha in proposito nominato le 25 milioni di console XBox vendute nel mondo e i 500.000 utenti che hanno un account Windows Live ID, per sottolineare la necessità di avere una connessione costante a tutti i supporti.
Il sistema operativo Windows Phone 7, esattamente come da prassi nel mondo degli smartphone, permetterà una connessione veloce ed intuitiva al mondo dei social network come Facebook, i cui aggiornamenti saranno mostrati in tempo reale sullo start screen, insieme a diverse altre informazioni. Ed è proprio su questa schermata iniziale, completamente personalizzabile, che Microsoft ha concentrato gran parte di risorse: i designer hanno lavorato al meglio per creare qualcosa che riuscisse a riassumere in un solo pannello tutte le informazioni più importanti per l'utente, come data e ora, calendario, contatti, foto, meteo, e-mail e, come detto sopra, aggiornamenti dai social network. Sullo schermo, quindi compaiono i cosiddetti "Tiles" (Mattonelle), icone che permettono di raggiungere immediatamente le funzioni che più interessano all'utente. L'utilizzatore è libero di crearne di nuove, in modo da avere sempre a distanza di un click tutte le opzioni che desidera.
La struttura principale di Windows Phone 7 propone comunque sei punti d'interesse, ritenuti dagli sviluppatori quelli su cui ruota la maggiore attenzione degli utenti: stiamo parlando di foto, contatti, multimedialità (gestione di musica e video, con un rilancio della piattaforma Zune), giochi, Marketplace (di cui parleremo più avanti) e Office. Proprio la presenza di una versione mobile del pacchetto office indica chiaramente che il nuovo sistema operativo punta molto anche sull'aspetto professionale, cercando semmai di solleticare l'interesse degli utenti "Business". L'obiettivo è chiaro: gli Windows Phone non cercano a tutti i costi la sovrabbondanza di opzioni aggiuntive, ma puntano a potenziare tutti gli aspetti legati alla comunicazione ed all'attività lavorativa. La linea intrapresa è dunque molto simile a quella del Blackberry: distaccata, asettica, funzionale, senza il bisogno di diventare uno Status Symbol o un oggetto per tecnomani.
Eppure, il ciclone iPhone non è passato invano in questi anni. Impossibile non aprirsi, pur con le dovute riserve, alle conquiste del melafonino. Ed ecco dunque che arrivano funzioni dedicate ad un pubblico più ampio, nonché una nuova piattaforma che permetta di costruire, distribuire e scaricare applicazioni.
Cominciamo parlando dei giochi. Tutti coloro che possiedono un account a XBox Live avranno l'opportunità di gestirlo comodamente tramite il proprio smartphone, ovunque si trovino, controllando così dati, classifiche ed opzioni relative. Un altro dei fattori cardine di questo nuovo OS Microsoft è rappresentato dal Marketplace, sostenuto a monte da una piattaforma di sviluppo semplificata ed accessibile a chiunque. Come dicevamo, quello delle applicazioni è sicuramente un aspetto che non può essere ignorato, soprattutto in vista dei centinaia di migliaia di prodotti già offerti dall'AppStore di Cupertino. Non è facilissimo però ipotizzare un roseo futuro per l'azienda di Redmond: qualche legittimo sull'ipotesi di una diffusione capillare del nuovo marketplace Microsoft, nasce soprattutto alla luce dell'offerta dei due principali rivali, Apple e Android, ovviamente al momento molto maggiore di quella del neonato. Eppure l'impegno sembra esserci. Ad esempio, Microsoft ha già iniziato a stipulare accordi con alcune delle più importanti testate giornalistiche italiane (La Repubblica, Il Sole 24 Ore, TG.com...) per gestire al meglio la diffusione delle notizie online tramite applicazioni ufficiali. L'apporto della community non è poi da sottovalutare. Microsoft dichiara che sono già trecentomila i download della piattaforma di sviluppo: se la gestione del Markeplace mobile sarà migliore rispetto a quella degli XBLA anche il nuovo sistema operativo Microsoft potrebbe riservare qualche sorpresa.
Meno convincente è il rilancio di Zune, evidentemente perdente rispetto al diretto rivale per dimensione e fruibilità. Ma del resto, Microsoft deve continuare a difendere il marchio, e ricordiamo nuovamente che tutte le funzionalità accessorie dei telefoni vengono considerate dall'azienda abbastanza secondarie. Quello su cui si preferisce puntare, di nuovo, è la comunicazione e la comunicabilità. La semplicità d'utilizzo della nuova interfaccia, insomma, non è al servizio della multifunzionalità, ma della focalizzazione su quelle che dovrebbero essere funzioni principali di un palmare di qualità.

Numeri

Dopo un rapido sguardo alle caratteristiche peculiari del nuovo Windows Phone 7, andiamo a descrivere le modalità di lancio con cui Microsoft ha in mente di accompagnare la prima diffusione del sistema operativo, insieme ai primi smartphone su cui girerà. Il lancio italiano del nuovo OS è caratterizzato da una stretta partership con Vodafone e LG, alla base del nuovo LG Optimus 7, un prodotto che garantirà accessibilità e facilità di utilizzo per tutti, fattori indispensabili secondo Microsoft. Tale campagna avrà inizio a Novembre di quest’anno e comprenderà un ingente investimento pubblicitario atto a far conoscere le nuove offerte a più potenziali clienti possibili, tramite anche coinvolgimenti concreti degli store Vodafone e delle principali catene d’elettronica.
Samsung Omnia 7 sarà invece il nome del secondo dispositivo che andrà ad accompagnare il lancio del nuovo sistema operativo: con un display touch screen Super AMOLED da 4 pollici e un processore Qualcomm QSD8250 da 1 GHz, lo smartphone Samsung si propone di diventare il punto di riferimento per tutti i fan del gaming e della multimedialità, grazie al rapido accesso ad XBox Live ed ai prodotti offerti da Zune. Il nuovo dispositivo, oltre ad offrire un design sobrio ed elegante unito a caratteristiche tecniche di tutto rispetto, mostra i denti anche parlando di connettività: a detta dei produttori sarà possibile, grazie al lightning-fast, scaricare una canzone da 4 MB in poco più di 4 secondi, o uploadare su internet un video di 40 MB in poco meno di un minuto.
Oltre agli due smartphone appena citati, il nuovo sistema operativo sarà ospitato in Italia da HTC 7 Mozart, mentre in USA si parla di Samsung Focus, con schermo da 4 pollici WVGA Super AMOLED, LG Optimus 7Q, riservato alla distribuzione da parte di AT&T, HTC Surround, smartphone pensato per una migliore esperienza musicale, HTC Trophy, Dell Venue Pro e LG Quantum, entrambi caratterizzati dalla presenza di una tastiera fisica QWERTY.

Riportiamo di seguito un riassunto delle caratteristiche principali dei primi tre dispositivi che ospiteranno il nuovo sistema operativo.

LG Optimus 7Prezzo: 399€ (Vodafone)Risoluzione display: 480x800 (Touch Screen 97mm)Processore: 1 GHz Qualcomm QSD 8250Fotocamera: 5 megapixel - Video HD 720pDurata batteria: 7 ore di conversazione - 19 giorni standbyReti: GSM, HDSPA, HSUPA, UMTSSamsung Omnia 7Prezzo: 549€Risoluzione display: 480x800 (Touch Screen 102mm Super AMOLED)Processore: 1 GHz Qualcomm QSD 8250Fotocamera: 5 megapixel - Video HD 720pDurata batteria: 3 ore di conversazione - 10 giorni standbyReti: GSM, HDSPA, HSUPA, UMTSHTC 7 MozartPrezzo: --Risoluzione display: 480x800 (Touch Screen 94mm Super AMOLED)Processore: 1 GHz Qualcomm QSD 8250Fotocamera: 8 megapixel - Video HD 720pDurata batteria: 5 ore di conversazione - 13 giorni standbyReti: GSM, WCDMA, HDSPA

Chiudiamo l’articolo informandovi del fatto che Windows Phone 7, a detta di Microsoft, non ha alcuna possibilità di incontrare il mercato dei tablet. Il nuovo sistema operativo è stato pensato specificamente per dispositivi di piccole dimensioni, e le funzionalità che ci si aspetta da un tablet, in un’architettura del genere, potrebbero di certo incontrare non pochi limiti. Che sia un riferimento (non troppo) velato ad Apple? Microsoft conferma comunque che una versione rivista del suo sistema operativo Windows 7 arriverà ben presto, pensata per girare sui Tablet di nuova generazione. Inutile dire che questa possibilità stuzzica non poco chi non è rimasto soddisfatto dalla scarsa attenzione di iPad nei confronti delle funzioni Business.

Windows Phone Windows Phone 7 è stato finalmente presentato nel dettaglio, e mostra le caratteristiche che ci si poteva facilmente aspettare da un sistema operativo odierno: interfaccia semplice ed intuitiva, avanzati sistemi di connessione e condivisione di dati, con supporto ai social network ed ai maggiori sistemi di messaggistica. Siamo convinti che il legame tra smartphone, PC ed XBox possa sicuramente costituire un valore aggiunto per la diffusione del sistema operativo, ma è allo stesso modo evidente che, in ambito di applicazioni e marketplace, Windows Phone 7 debba ancora crescere moltissimo per pensare anche solo minimamente di impensierire iOS. Per adesso, comunque, ci sono le premesse per qualcosa di buono. Stiamo a vedere.