INFORMAZIONI SCHEDA
di

Per la seconda volta in due mesi, il prototipo della futura nave spaziale di SpaceX, Starship, è esploso in una palla di fuoco durante l'atterraggio. Martedì 2 febbraio, la compagnia ha testato il suo prototipo SN9 (che precedentemente ha avuto un piccolo inconveniente) culminando in una piccola "sconfitta".

SpaceX, durante la livestream dell'evento, ha voluto comunque sottolineare prontamente che il loro obiettivo non era ottenere tutti "10 su 10". John Insprucker, ingegnere di SpaceX, ha voluto elogiare altro: a detta sua, infatti, la società ha portato il suo gigantesco veicolo a un'altitudine di 10 chilometri, per poi planare in maniera controllata fino a destinazione; rimanendo comunque un grande traguardo. Il finale lo sappiamo già.

Si è verificato lo stesso tipo di esplosione del test dell'8 dicembre di SN8. In sostanza, la compagnia spaziale privata non è riuscita ancora a sistemare questo "piccolo problema" dell'atterraggio in modo funzionale. "Ancora una volta, dobbiamo solo lavorare un po' su quell'atterraggio", continua Insprucker nella sua dichiarazione.

L'atterraggio di dicembre è fallito perché il razzo non è riuscito a rallentare abbastanza prima del touchdown con la piattaforma di atterraggio. Non è ancora chiaro, invece, cosa abbia causato l'esplosione di questo mese, anche se il veicolo sembrava muoversi molto velocemente e non sembrava essersi completamente raddrizzato durante gli ultimi momenti prima di toccare il suolo.

L'obiettivo a lungo termine di SpaceX, con il suo veicolo Starship, è quello di portare gli uomini prima sulla Luna e poi su Marte. Insomma, adesso non ci resta che aspettare e vedere il prossimo test del prototipo SN10.

Quanto è interessante?
4