Friiis, la capsula digitale in grado di memorizzare i ricordi

di
La versione 2.0 delle capsule del tempo, di origine anglosassone, è nata in Italia. Il progetto è autofinanziato e funziona esattamente come se si seppellisse una capsula di metallo sotto il terreno. Il nome deriva dalla traduzione inglese del verbo congelare (freeze) e permette di "cristallizzre" i ricordi on-line.

I costi del servizio variano dal pacchetto scelto, quello più costoso dal prezzo di 15€ permette di usufruire di 7 giorni per preparare "la capsula" che resterà chiusa 50 anni prima di poterne consultare il contenuto.
Uno degli ideatori, Carlo Maria Tricarico, ha raccontato che l'idea gli è venuta mentre puliva la soffitta della casa dei suoi nonni. Proprio come i nonni di Tricarico che avevano conservato i loro ricordi in una scatola di biscotti, ogni utente avrà la possibilità di inserire un ricordo sul web attraverso l'applicazione per smartphone.
I dati immagazzinabili possono comprendere foto, audio, testo e video. Il passaggio successivo sarà quello di scegliere i destinatari che saranno gli unici a poter aprire la capsula.
Per eventi come matrimoni ed altre feste importanti, al riempimento dell'album digitale dei ricordi potranno partecipare fino a 50 persone.
Tricarico ha spiegato che Friiis non va confuso con Facebook, che permette di rivedere ricordi in maniera casuale, ma permette di "scegliere il contenuto e di ragionare su quando si vuole riviverlo o farlo rivivere. Le uniche cosa che saranno visibili attraverso il sito web e le app disponibili per iOS ed Android, saranno il titolo e la data della capsula".

FONTE: AGI
Quanto è interessante?
0