Oltre 100 milioni di famiglie condividono l'abbonamento Netflix: è il punto di rottura?

Oltre 100 milioni di famiglie condividono l'abbonamento Netflix: è il punto di rottura?
di

La trimestrale annunciata da Netflix passerà alla storia per varie ragioni. Innanzitutto, come abbiamo avuto modo di raccontare su queste pagine, Netflix ha registrato il primo calo di abbonati da oltre 10 anni, ma non è l’unico aspetto interessante, perchè sono anche stati diffusi i dati sulla condivisione degli abbonamenti.

La notizia era nell’aria ed era cosa nota, ma i numeri fanno rabbrividire e dimostrano come probabilmente siamo arrivati al punto di rottura e che la stretta contro l’account sharing annunciata da Netflix sia diventata praticamente obbligata.

Netflix ha infatti annunciato che più di 100 milioni di famiglie a livello globale condividono lo stesso abbonamento e si passano le password, in violazione alle regole interne. Ciò vuol dire che in tutto il mondo sono oltre 100 milioni le famiglie non paganti, di cui oltre 30 milioni solo negli Stati Uniti e Canada. Ciò si traduce in perdite di abbonati e monetarie ingenti per il servizio, ovviamente.

Nella conference call e nella relazione allegata all’annuncio dei risultati finanziari, Netflix ha voluto però evidenziare che la condivisione dell’account come la percentuale di utenti paganti non sia cambiata di molto nel corso degli anni ma, insieme al rallentamento dell’adozione della banda larga e delle TV connesse hanno reso difficile aumentare le sottoscrizioni in molti mercati. Tale problema, spiega Netflix, era già presente in precedenza ma “è stato oscurato dalla crescita registrata durante il COVID”.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
6