Quattro cose che potreste non sapere sulla regina Maria Antonietta

Quattro cose che potreste non sapere sulla regina Maria Antonietta
di

Bella, fugace, amata e odiata all'interno della corte di Versailles, la vita della regina Maria Antonietta suscita, ancora oggi, curiosità da parte degli appassionati. Proviamo a riassumere in 4 punti chi fosse realmente questo personaggio durante i primi anni del suo regno.

  • Era figlia dell'Imperatrice illuminata Maria Teresa d'Austria

Maria Antonietta nacque a Vienna (Austria) nel 1755. Ultima di 15 figli, la principessa austriaca e futura regina di Francia era figlia dell'imperatore del Sacro Romano Impero, Francesco I di Lorena, e l'imperatrice illuminata Maria Teresa d'Austria, legittima regnante su tutti i domini degli Asburgo.

  • Quando si sposò con Luigi XVI aveva solo 14 anni

Intorno il 1767 Maria Teresa d'Austria si vide costretta, dopo la morte del marito e l'avvento del vaiolo a corte, a dare in sposa l'appena adolescente Maria Antonietta al Delfino di Francia, Luigi XVI.

Il matrimonio tra i due era fondamentale per lo scacchiere politico dell'epoca. Esso avrebbe sigillato un'alleanza tra due potenze che avevano combattuto tra di loro per 7 anni e che dovevano fronteggiare un nemico comune: la Prussia.

All'adolescente venne chiesto di lasciare definitivamente Vienna e tutto ciò che la potesse legare all'Austria per diventare definitivamente una nobile francese. Al contrario, la madre, spaventata dal destino che la figlia potesse avere (come raffigurato nel celebre fumetto e anime di Riyoko Ikeda) e forse speranzosa di poter riallacciare con lei un rapporto, le raccomandava di non abbandonare mai le sue origini. Maria Antonietta, infatti, verrà chiamata in seguito "l'Austriaca" dalla corte di Versailles.

La principessa seguì un piano educativo ben preciso, atto a darle tutte le nozioni necessarie sulla storia e la cultura francese e nel 1770 vennero celebrate le tanto attese nozze.

  • Il matrimonio tra Luigi XVI e Maria Antonietta venne consumato solo 7 anni dopo le nozze

Ogni donna nobile dell'epoca sapeva fin dalla nascita quale sarebbe stato il proprio destino dopo le nozze: perdere la verginità e generare un erede. Tuttavia, per i novelli sposini non andò esattamente così.

I "due perfetti pasticcioni", come verranno chiamati successivamente da Giuseppe II, vennero accompagnati fino al talamo nuziale, benedetto persino da Luigi XV in persona, e lasciati soli all'interno della stanza. Tuttavia, non avvenne niente. La prima notte di nozze, seguita da tante altre per 7 lunghi anni, fu un completo fiasco e questa situazione di stallo andò a gravare principalmente sulle spalle della principessa austriaca. La madre la perseguitò ogni mese con lettere, ricordandole di non perdersi in vaneggiamenti tipici della corte francese, ma portare al termine il suo compito da donna e futura sovrana.

La situazione si risolse solo nel 1777, quando Luigi XVI era già stato incoronato sovrano di Francia. Maria Teresa inviò suo figlio, l'imperatore Giuseppe II, a Versailles. Il re francese venne posto sotto i ferri per risolvere un problema di salute che gli provocava episodi di impotenza e Maria Antonietta fu riportata, per breve tempo, sulla "retta via". Un anno dopo, il re e la regina di Francia diedero alla luce un primo erede. Peccato che fosse femmina.

  • L'estravaganza dei capelli di Maria Antonietta divenne simbolo di Versailles

Il parrucchiere delle regina francese, Léonard Autié, divenne uno dei suoi amici più fidati. L'uomo ricreava delle vere e proprie opere d'arte con i capelli della regina, al limite anche delle leggi della fisica. Una volta riuscì a ricreare persino la sconfitta della nave francese Bella Poule contro la flotta inglese. La sua ricercatezza in una moda quasi barocca, la portò persino a comprare il maledetto diamante Home.

FONTE: History
Quanto è interessante?
2