Le 5 volte nella storia di Capitol Hill in cui sono stati attaccati i simboli democratici

Le 5 volte nella storia di Capitol Hill in cui sono stati attaccati i simboli democratici
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Capitol Hill è un quartiere di Washington D.C., noto per essere la sede del Governo degli Stati Uniti e di tutti quegli organi secolari e fondamentali nel sistema democratico statunitense. Lo storico attacco portato avanti dai sostenitori di Trump in quest'area, il 6 Gennaio di quest'anno, è solo il primo di una non così breve lista.

  • L'incendio di Washington

Sulla base dei documenti pervenuti dagli archivi del Senato statunitense, durante la guerra anglo-americana del 1812, Washington D.C., con tutti gli edifici principali della democrazia americana, presero a fuoco. E' probabile che i colpevoli fossero gli inglesi, che appiccarono l'incendio anche dentro la Casa Bianca.

  • L'esplosione di una bomba all'interno del Senato

In piena Prima Guerra Mondiale, il 2 Luglio del 1915, un professore di origini tedesche dell'Università di Harvard, Eric Muenter, entrò dentro la reception del Senato con un unico obiettivo: far esplodere la Camera con tre candelotti di dinamite.

Nella visione di Muenter, se quello che aveva progettato si fosse avverato, sarebbe stato uno scossone agli Stati Uniti per porre fine al conflitto mondiale. Tuttavia, i piani non andarono come aveva sperato. La Camera del Senato era chiusa a chiave, quindi dovette lasciare l'esplosivo in una stanza adiacente.

A mezzanotte gli ordigni esplosero, non ferendo, fortunatamente, nessuno. A seguito di questo "semi-fallimento", il professore tedesco provò ad assassinare John Pierpont Morgan Jr., un banchiere e filantropo statunitense che aveva giocato un ruolo fondamentale nel finanziamento della prima guerra mondiale, anche quando gli Stati Uniti erano fuori dai giochi di potere tra le nazioni europee. L'imprenditore bellico sopravvisse e Muenter venne arrestato.

  • La marcia dei veterani della Prima Guerra Mondiale verso Washington

Conclusa la Grande Guerra, 25 mila veterani statunitensi si riunirono e manifestarono intorno al Campidoglio, nel 1932. La richiesta era una sola: ricevere un bonus nello stipendio che era stato promesso loro dalla precedente legislazione, al fine di sopperire allo stato di assoluta povertà in cui vivevano a seguito della Grande Depressione.

La Camera dei rappresentanti passò una legge che accontentava il volere dei protestanti, ma il Senato la bloccò. I veterani continuarono a manifestare pacificamente e alcuni si accamparono vicino a Capitol Hill per simboleggiare loro resilienza.

La quiete, tuttavia, durò poco. Ad un mese dall'inizio delle manifestazioni, le truppe federali, guidate dal generale Douglas MacArthur e il maggiore Dwight Eisenhower, attaccarono i protestanti accampati, ferendone e uccidendone a decine.

  • La Guerra in Vietnam e i suoi oppositori

Agli inizi degli anni '70 del Novecento, un gruppo di oppositori alla guerra nel Vietnam, gli Weather Underground, dichiararono guerra a Washington, firmandosi come un'organizzazione rivoltosa.

Inizialmente, seguirono a questa dichiarazione una serie di attacchi dinamitardi per tutto lo stato, il cui obiettivo principale era distruggere edifici governativi e banche. Nessun civile rimase, però, ferito. Le uniche vittime di questi attentati furono proprio tre membri dell'organizzazione, che morirono al Greenwich Village e dei poliziotti, tra cui il primo ufficiale afroamericano della polizia di Nyack. Tra il 1971 e il 1975, seguirono degli attacchi anche nel Campidoglio e nel Pentagono.

  • L'11 Settembre del 2001 e l'attentato batteriologico

Solitamente, quando pensiamo al traumatico evento dell'11 Settembre, immaginiamo le Torri Gemelle crollare o il Pentagono attaccato. Tuttavia, vi era un quarto aereo che, pur precipitato in Pennsylvania, aveva come obiettivo il Campidoglio a Washington.

Inoltre, in concomitanza con gli attentati, nell'intero quartiere di Capitol Hill vennero trovate zone prese di mira da un possibile attentato batteriologico con il bacillo dell'antrace, un batterio mortale per l'uomo.

Quanto è interessante?
1