6G, Huawei e ZTE già si affermano come leader della futura rete mobile?

6G, Huawei e ZTE già si affermano come leader della futura rete mobile?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Mentre in tutto il mondo si pensa all’installazione di antenne 5G e alla diffusione della quinta generazione di rete mobili, alcune aziende stanno già dedicando risorse importanti alla ricerca in ambito 6G. Se in Occidente Apple risulta essere l’ultimo grande nome ad avere puntato lo sguardo su questa realtà, in Cina si parla di Huawei e ZTE.

I due nomi sono già noti per essere stati inseriti per primi nella famigerata blacklist delle aziende cinesi dell’ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ma ciò non ha scoraggiato le aziende nel puntare forte nel settore: dopo essere diventati due brand leader mondiali nel campo del 5G, infatti, l’obiettivo è replicare il successo nel caso della rete mobile di sesta generazione.

Secondo quanto riportato anche da Gizchina, il CEO di Huawei Ren Zhengfei avrebbe affermato di avere condotto già alcune ricerche al riguardo contemporaneamente al 5G. A prova di ciò possiamo notare che nel giugno 2020 Huawei ha collaborato con China Unicom e Galaxy Aerospace per raggiungere un accordo di partnership strategica per sviluppare congiuntamente la connessione 6G; o ancora in Francia il colosso cinese ha costruito un centro di ricerca e sviluppo dedicato esclusivamente a tale tecnologia. Apparentemente, dunque, a Shenzhen sarebbero già in vantaggio in questo campo.

Anche ZTE Corporation, però, ha chiarito di avere dato vita a un team di pre-ricerca che starebbe, proprio in questo periodo, intensificando il proprio lavoro per condurre ulteriori scambi e cooperare con colleghi ed esperti del settore, in modo da restare al passo con la stessa Huawei.

A oggi, in Cina, molti operatori locali, fornitori di apparecchiature e altre società interessate avrebbero già rilasciato diverse ricerche con piani e previsioni per l’installazione e implementazione del 6G, rete mobile che punterebbe a migliorare la copertura del segnale globale tramite satelliti, così da raggiungere anche segnali in aree inaccessibili, ma anche – come abbiamo notato anche nelle generazioni precedenti – una maggiore velocità, nello specifico pari a circa cinquanta volte quella del 5G. In ogni caso, come Apple anche le aziende cinesi prevedono un arrivo sul mercato nel 2030.

Ricordiamo, infine, che proprio la Cina ha lanciato nello spazio il primo satellite 6G al mondo ancora a inizio novembre 2020.

FONTE: Gizchina
Quanto è interessante?
1