Ecco 7 consigli per rimanere idratati durante il caldo estivo

Ecco 7 consigli per rimanere idratati durante il caldo estivo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L' acqua è uno degli elementi più importanti per gli esseri viventi. Il corpo umano adulto, ad esempio, è costituito per un buon 60% da acqua, essenziale per reazioni biochimiche, trasporto di nutrienti, rimozione dei rifiuti e regolazione della temperatura corporea. Ma con la calura estiva, come possiamo mantenere il nostro corpo idratato al meglio?

Per rispondere alla domanda, che può sembrare banale ma non lo è, ci viene in aiuto direttamente il World Health Organization (WHO) che ci ricorda come, con il cambiamento climatico in atto, rimanere idratati durante i periodi caldi, bevendo tra i 2,5 ed i 3,5 litri di acqua al giorno, sia di fondamentale importanza.

Ecco quindi i 7 consigli da seguire:

Bere abbondantemente acqua: Secondo quanto suggerito anche dai Centers for Disease Control and Prevention, bisogna iniziare bevendo un bicchiere d'acqua ogni mattina al risveglio ed un bicchiere prima di andare a letto. Cercare poi di bere almeno un altro bicchiere ad ogni pasto e di continuare ad introdurre liquidi gradualmente durante le giornate più calde. Inoltre, bere sempre dopo un allenamento, per scongiurare la disidratazione.

Riconoscere i segni della disidratazione: Quali sono? Pelle secca, irritata, infiammata, pruriginosa o sensibile, mal di testa o sensazione di stordimento ed affaticamento. Sono tutti sintomi di disidratazione. Nei casi più gravi, crampi, fame d'aria, mancamenti e difficoltà ad urinare (ed averle di colore giallo molto scuro), sono segnali assolutamente da non sottovalutare.

Evitare alcol, bevande zuccherate e caffeina: Non tutti sanno che, purtroppo, alcune bevande agiscono contro l'idratazione. Liquidi infatti come caffè, bibite zuccherate, birra, vino, superalcolici, bevande energetiche, frullati e bevande aromatizzate sono tutte da evitare. Sono cariche di zucchero, sodio ed altri ingredienti che rimuovono l'acqua dai tessuti.

Rinfrescare il proprio corpo: Durante le giornate più calde, quando il rischio di colpo di calore è massimo, indossare abiti leggeri, comodi e di colore chiaro può aiutare la termoregolazione più di quanto si possa immaginare; ricordarsi inoltre di proteggersi dal sole con cappelli ed altri accessori per l'ombra e fare spesso pause per bere oltre a nebulizzare acqua sul corpo se surriscaldati.

Mangiare cibi ad alto contenuto di liquidi: Un buon 20% dell'acqua che assumiamo proviene dal cibo e frutta e verdura ne contengono molta, alcuni tipi più di altri. Ad esempio cetrioli, sedano, pomodori, ravanelli, peperoni, cavolfiori, anguria, spinaci, fragole, broccoli e pompelmi ne sono composti da addirittura il ​​90%. Utilizzarli per uno spuntino non potrebbe fare che bene.

Rendere gustosa l'acqua: Cosa fare se non si ha proprio voglia di bere? Provare a rendere appetibile l'acqua aggiungendo alcuni semplici ingredienti come lime, limoni, menta, arance, bacche, cetrioli ed altri frutti, così da migliorarne il gusto senza dolcificanti artificiali o conservanti. Questo potrebbe aiutare a bere più acqua del solito.

Considerare anche l'importanza dei probiotici: L'assunzione di un probiotico (anche attraverso yogurt magri come spuntino) può aiutare a migliorare il sistema immunitario, proteggere dalle infezioni ed aiutare la digestione e l'assorbimento di cibo e sostanze nutritive, compresa l'acqua. Inoltre, questi "batteri buoni" aiutano anche in diverse condizioni associate alla disidratazione, come la diarrea.

Voi riuscite a bere il giusto durante la giornata? Avete qualche altro consiglio "domestico"?

A proposito di periodo estivo, ecco 5 libri a tema tecnologico da leggere durante l'estate. Inoltre, ecco alcuni consigli se la notte non riuscite a dormire.

FONTE: Euro WHO
Quanto è interessante?
3
Ecco 7 consigli per rimanere idratati durante il caldo estivo