Black Friday

Le 7 principali tendenze di consumo italiane per il Black Friday e Natale

Le 7 principali tendenze di consumo italiane per il Black Friday e Natale
di

Dato che oggi è il Black Friday, possiamo ormai considerare come iniziata la stagione natalizia. Quali sono le previsioni in merito alle tendenze di consumo degli italiani? Ce lo spiega PayPal in 7 punti.

Comunicato stampa PayPal: Che la stagione delle vacanze sia un periodo cruciale per il commercio al dettaglio non è di certo un segreto, e il commercio online non fa eccezione. Ma quali sono le peculiarità di questo Natale 2019? Di seguito riportiamo le sette tendenze principali da tenere assolutamente d'occhio in Italia.

1. Lo shopping natalizio continuerà ad essere stressante, e sempre più persone in Italia cercano una soluzione online. La sicurezza sarà la chiave a cui pensare, per fare shopping durante questa stagione festiva.
Gli acquisti natalizi dell'ultimo minuto sono uno dei motivi per cui molte persone trovano questo periodo di vacanza stressante. Anche se la maggior parte di noi comprano online, il che aiuta a saltare le code, ci sono ancora una serie di preoccupazioni che affliggono sia gli acquirenti che i venditori. Secondo uno studio condotto da Ipsos e commissionato da PayPal, il 29% dei consumatori globali non si fida del processo di acquisto sui social media, e il 48% di loro è preoccupato per la sicurezza dei propri dati durante gli acquisti tramite dispositivo mobile. Con il 97% dei consumatori globali che fanno acquisti online, e il 72% che paga attraverso un telefono cellulare, questo è un aspetto che deve essere affrontato.

2. Il pagamento on-the-go, tramite dispositivi mobile, sarà ancora più comune durante la stagione natalizia.
La convenienza è il principale fattore che spinge a pagare via cellulare. Infatti, secondo lo studio, il 43% dei consumatori globali trova facile utilizzare il proprio dispositivo mobile per gli acquisti, e il 42% concorda sul fatto che consente loro di risparmiare tempo. Guardando i luoghi fisici da cui la gente compra di più, il 56%, lo fa da casa, rilassandosi. Di questi, il 36% ha scelto di farlo dal letto. Con la rivoluzione del commercio mobile, non sorprende che non solo le abitudini di acquisto online cambino, ma anche le esperienze in-store. In Italia, il 29% dei consumatori ha utilizzato un metodo di pagamento contactless via smartphone negli ultimi 6 mesi quando ha pagato in uno store.

3. I social media, come canali per lo shopping festivo, diventeranno sempre più importanti, anche se non rappresentano ancora uno dei mezzi più utilizzati.
Nuove abitudini si stanno rapidamente avvicendando negli ultimi tempi, e l'acquisto attraverso i social media rientra fra quelle che sicuramente si consolideranno. In media, il 30% dei consumatori Italiani ha effettuato un acquisto negli ultimi 6 mesi utilizzando i social media. Fra questi, la fascia dei Millenials è la più propensa a farlo, e il 34% di loro lo ha concretamente fatto.

4. I regali digitali come gli abbonamenti per contenuti online on-demand o per gaming pass stanno diventando sempre più diffusi.
I regali digitali hanno reso lo shopping online ancora più facile, in quanto non solo non si devono affrontare code nei negozi, ma non richiedono la consegna. Oggi, il 27% dei consumatori globali utilizza il cellulare per pagare beni digitali o virtuali: sempre più persone optano per regali originali e diversi, come un abbonamento a Spotify o Netflix, un e-book o un software, i quali possono essere pagati in tutta sicurezza tramite PayPal.

5. Quest'anno il dibattito sull'ecologia è stato presente più che mai. Pensiamo che avrà un impatto sul modo in cui la gente considera la stagione festiva.
Lentamente ma costantemente entriamo nel mondo dello shopping etico: l'88% delle imprese internazionali è infatti consapevole delle pratiche etiche. Negli ultimi 12 mesi, il 13% dei consumatori internazionali ha acquistato un prodotto perché fabbricato in modo sostenibile o rispettoso nei confronti dell'ambiente. Lo studio afferma che la considerazione dell'ambiente ha influenzato 1 consumatore internazionale su 10. Le donne e i consumatori internazionali fra i 18 e i 34 anni sono i più propensi ad essere influenzati dalle questioni legate alla sostenibilità.
Le nuove generazioni stanno diventando più attente all'ambiente: il 14% di Gen Z e l'11% di Gen Y, a livello globale, affermano di aver smesso di acquistare prodotti o servizi da un marchio, un rivenditore o un'azienda a causa dei loro valori.

6. In molti mercati le persone si rivolgono alle imprese all'interno del proprio paese per dei regali unici.
Il 77% degli acquirenti online compra dall'estero, poiché trovano offerte migliori (53%) e nuovi prodotti (26%).
Dall’altra parte, il 54% degli acquirenti online dichiara di preferire il sostegno delle imprese del proprio paese. Con sempre più persone alla ricerca di regali originali e fatti a mano, prevediamo che lo shopping locale crescerà nel periodo più magico dell'anno.

7. La stagione delle vacanze sta diventando per molti il momento di dare di più.
Le donazioni sono un modo lodevole per sostituire i regali tradizionali con regali più significativi. Anche se finora solo il 7% dei consumatori globali dichiara di aver donato a un ente di beneficenza tramite mobile, sono movimenti come Giving Tuesday, un'iniziativa di cui PayPal ha preso parte per anni, che incoraggiano le persone a condividere col prossimo. Con un magnifico percorso per continuare a fare di più, ci aspettiamo che questo numero cresca.

Quanto è interessante?
2
Le 7 principali tendenze di consumo italiane per il Black Friday e Natale