Oltre il 70% dei cani non sono domestici ed ecco come vivono per le strade

Oltre il 70% dei cani non sono domestici ed ecco come vivono per le strade
di

Quando pensi a dei passatempi per il tuo cane, potresti immaginare di prendere una palla o fare una passeggiata al guinzaglio. Ma oltre il 70 % dei cani del mondo non sono animali domestici. Sono creature libere, che in genere vivono intorno alle persone senza far parte di alcuna famiglia umana.

I biologi Sreejani Sen Majumder, Ankita Chatterjee e Anindita Bhadra hanno deciso di capire cosa fanno questi cani tutto il giorno in India.

I ricercatori osservano che il cane indiano nativo (alias cane indiano paria) vive generalmente per le strade, sopravvivendo grazie alla carità umana e alla spazzatura. Vivono da soli o in piccoli gruppi, ovunque, dalle grandi città ai margini delle foreste. Hanno facce da lupo, manti irregolari e pelo corto. Le femmine hanno in genere una cucciolata all'anno, in primavera o in autunno, ma meno della metà dei cuccioli sopravvive fino all'età adulta.

Per capire come sono i giorni di questi cani, Majumder, Chatterjee e Bhadra hanno osservato i cani di strada in diverse occasioni tra il 2008 e il 2011, osservando tre diverse aree urbane: la township di Kalyani nel Bengala occidentale e i campus universitari di Mohanpur, nel Bengala occidentale e Bangalore, Karnataka.

Hanno testato l'attività dei cani durante il giorno nei momenti in cui sia gli esseri umani che i cani sono tipicamente attivi, evitando mezzogiorno, quando i cani di solito riposano lontano dal caldo, e fermandosi alle 19:30. Gli osservatori hanno scelto un quartiere stradale all'interno di un'area assegnata e hanno iniziato a camminare, annotando l'età apparente, il sesso, l'attività e le vocalizzazioni di tutti gli esemplari che incontravano.

Gli osservatori hanno registrato 1.941 avvistamenti di cani. Hanno scoperto che non c'erano differenze significative tra le attività dei cani in luoghi diversi, età diverse o sessi diversi.

Molte persone in India non amano i cani di strada, percependoli come pericolosi o fastidiosi. A volte litigano per il cibo e possono essere portatori di rabbia, un grave problema per la salute in India, dove ogni anno due persone su 100.000 sono colpite dal virus. Ma i ricercatori hanno trovato pochi segni di aggressività. In effetti, i cani trascorrevano la maggior parte del loro tempo a rilassarsi. Nel 53% degli avvistamenti, i cani erano inattivi.

In un altro 16% delle osservazioni, i cani stavano semplicemente camminando, in gruppo o individualmente. Trascorrevano meno del 6% del loro tempo in attività di "manutenzione" (grattarsi, defecare, trovare cibo nell’immondizia) e solo il 10% circa interagivano con altri animali (altri cani, umani, gatti o, in due occasioni, vitelli). Delle trentadue interazioni con gli esseri umani registrate, nessuna era aggressiva e, anzi, sembravano quasi sorridere ai bipedi.

"La nostra analisi rivela che i cani sono generalmente animali pigri e amichevoli", concludono i ricercatori, "E le loro rare interazioni con gli esseri umani sono tipicamente sottomessi".

Quanto è interessante?
1