70 orche assassine hanno attaccato e ucciso la creatura più grande della Terra

70 orche assassine hanno attaccato e ucciso la creatura più grande della Terra
di

Mentre Kristy Brown, una biologa marina, era intenta a trascorrere quella che pensava fosse una giornata "normale", ha osservato qualcosa che non si vede di certo tutti i giorni: in una lotta lunga diverse ore, 70 orche hanno cacciato e ucciso una balenottera azzurra, l'animale più grande della Terra (con oltre 33 metri di lunghezza).

La nave su cui si trovava la biologa ha osservato inizialmente due branchi di orche nel Bremer Bay Canyon, a circa 45 chilometri dalla costa dell'Australia, ma presto coloro che si trovavano sull'imbarcazione hanno fin da subito notato qualcosa di strano: gli animali stavano creando ondate di onde non uniformi e, quando cacciano, tendono a muoversi insieme, creando onde che si muovono in una direzione.

Tuttavia, dopo qualche tempo, dall'acqua si vede "un lungo soffio [...] Era una balenottera azzurra, di circa 16 metri di lunghezza". Non è chiaro se la preda fosse una balenottera azzurra (Balaenoptera musculus) o una balenottera azzurra pigmea (Balaenoptera musculus brevicauda), poiché "entrambi usano queste acque".

In questo caso, anche se la balena era era lunga quasi il doppio dell'orca più grande, era completamente circondata. Le orche, così come riporta Brown, "non sembravano affrettare la caccia, ma invece erano strategiche, riflessive, collaborative, pazienti e persistenti". Invece di attaccare continuamente la balenottera, queste creature hanno deciso di sfiancarla per diverse ore.

Il combattimento è stato lungo diverse (il primo avvistamento è stato fatto intorno alle 11:00 e la battaglia ha proseguito fino alle 15:00) ma, alla fine, una grande bolla di sangue è salita in superficie: le orche erano riuscite a uccidere la loro preda. "Abbiamo visto un po' di grasso e solo un pezzo di carne", continua la biologa.

Quanto è interessante?
4
70 orche assassine hanno attaccato e ucciso la creatura più grande della Terra