75 anni fa veniva sganciata la prima Atomica per uso bellico: la strage di Hiroshima

75 anni fa veniva sganciata la prima Atomica per uso bellico: la strage di Hiroshima
di

Erano le 8:15 del mattino, in una normalissima giornata nuvolosa di agosto. Ben 75 anni fa - il 6 agosto 1945 - le vite di un'intera nazione, e la mentalità di un mondo intero, furono completamente sconvolte. Il bombardamento della città di Hiroshima, ad opera della bomba atomica “Little Boy" era appena avvenuto.

Si stima, nonostante le cifre siano affette da una certa dose di errore, che oltre tra le 70mila e le 80mila persone persero la vita sul colpo, nell'esatto momento dell'esplosione. Questo fu possibile per via del funzionamento intrinseco della bomba atomica stessa: il governo americano – con i pochi capi che erano davvero a conoscenza della potenza distruttiva dell’ “arma speciale" (così come fu chiamata stesso nei rapporti ufficiali) – decise di sganciare l’ordigno e di farlo detonare non a contatto con il suolo, ma ad un’altezza di circa 600 metri, in modo da rendere l’onda d’urto ancor più devastante e “spettacolare".

Nei primissimi milli-secondi dopo l'esplosione dell'Atomica – si generò un’enorme palla di gas incandescente, con una temperatura di svariate centinaia di milioni di gradi: la luce e il calore emanato furono così intensi da portare oggetti nel raggio di centinaia di metri alla temperatura di oltre mille gradi celsius (per effetto dell'irraggiamento). Immediatamente dopo, una violentissima onda d’urto si propagò per km nell'entroterra giapponese radendo al suolo oltre il 90% degli edifici incontrati sul proprio percorso, e aumentando il numero delle vittime ad oltre 150mila.

Esattamente 75 anni fa, il primo ordigno nucleare della storia fu usato per un’operazione bellica che causò morti per la quasi totalità tra civili inermi. Dopo tre giorni, sarebbe stato il momento di lanciare la seconda (e per fortuna ultima) bomba A della storia: “FatMan", su Nagasaki. Di fissione e di fusione nucleare se ne parla molto in questo periodo – soprattutto per migliorare la vita e le possibilità della condizione umana – ma è sempre bene ricordare quanto l'Uomo sia capace di cose terribili, come i recenti avvenimenti a Beirut.

Un giorno come questo non va dimenticato, ed è giusto riprendere le parole di Oppenheimer (inventore della Bomba) pronunciate circa due settimane prima del bombardamento di Hiroshima: “Sono diventato Morte, il distruttore di mondi”.

Quanto è interessante?
8
75 anni fa veniva sganciata la prima Atomica per uso bellico: la strage di Hiroshima