L'88% dei lavoratori cinesi si fida più dei robot che del loro capo

L'88% dei lavoratori cinesi si fida più dei robot che del loro capo
di

Gli occidentali hanno paura delle AI, soprattutto perché si teme che possano eliminare eliminare milioni di posti di lavoro. Al contrario, una ricerca mostra che i cinesi sarebbero molto più felici di farsi gestire da un bot rispetto che al loro attuale datore di lavoro in carne ed ossa. Nel senso che la fiducia nei bot supera di molto quella verso i manager.

Lo studio è della compagnia americana Oracle, che ha collaborato con l'istituto di ricerca Future Workplace. In totale sono stati interpellati 8710 volontari, tra dipendenti, manager e lavoratori impiegati nelle risorse umane. Tutti provenienti da 10 Paesi diversi.

Il dato estremamente interessante è che i cinesi hanno una fiducia nei confronti dei robot ben superiore a quella dei loro colleghi occidentali. L'88% dei cinesi si dice ottimista davanti all'ipotesi di avere un robot come collega.

In generale, la fiducia nelle AI sta aumentando ovunque. Ma il dato cinese rimane comunque sorprendente. Già altri studi avevano mostrato un gap importante tra Cina e resto del mondo, a volte con differenze assolutamente virtuose. Ad esempio uno studio della LEGO mostrava come i bambini cinesi sognino ancora di fare gli astronauti, mentre gli occidentali preferiscono la professione di youtuber.

"Negli ultimi due anni, abbiamo scoperto che i lavoratori sono diventati molto più ottimisti, soprattutto perché hanno già iniziato ad usare le IA a lavoro", ha spiegato Dan Schawbel, direttore della ricerca di Future Workplace. "Non cambia solamente il rapporto tra dipendenti e manager, ma anche lo stesso ruolo dei manager all'interno di un mondo del lavoro guidato dalle IA".

Quanto è interessante?
4