A rischio il Black Friday di Amazon Italia: sciopero a Piacenza!

di
E' a serio rischio il Black Friday di Amazon Italia, che lo scorso anno in occasione della giornata dello shopping più importante dell'anno aveva ricevuto 1,1 milioni di ordini, un numero da record. E mentre mancano poche ore all'edizione del 2017, si abbatte un vero e proprio uragano su di esso.

Le principali sigle sindacali (CGIL, CISL, UIL ed UGL), infatti, hanno proclamato uno sciopero permanente presso lo stabilimento di Castel San Giovanni, previsto proprio per il prossimo 24 Novembre, il giorno appunto del Black Friday.

Nel comunicato si legge che la motivazione alla base di questa forte decisione sarebbe da ricercare nelle condizioni di lavoro dei dipendenti: "non c’è stata da parte di Amazon Italia alcuna apertura concreta all’aumento delle retribuzioni o della contrattazione del premio aziendale, considerando anche la crescita enorme di questi anni. I ritmi lavorativi non conoscono discontinuità, le produttività richieste sono altissime e il sacrificio richiesto non trova incremento retributivo oltre i minimi contrattuali" si legge nel comunicato, che afferma che "i soldi da distribuire ci sono, le produttività richieste sono altissime e il sacrificio ulteriore richiesto (straordinari obbligati, lavoro notturno ormai strutturale e nel periodo di picco organizzato su 6 giorni la settimana, lavoro domenicale) non trova incremento retributivo oltre i minimi del contratto nazionale. Anche un premio “una tantum” per il picco natalizio ha trovato un no deciso".

I magazzinieri attualmente guadagnano tra 1.100 e 1.200 Euro netti al mese per 14 mensilità, e lavorano su tre turni di lavoro (6-14, 14.30-22.30, 23-6).

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno, che rischia di far restare fermi milioni di pacchi.

Almeno al momento, però, da parte della società di Jeff Bezos non è arrivato alcun comunicato di risposta. Attendiamo ulteriori sviluppi su questa vicenda che potrebbe cambiare lo shopping natalizio degli italiani.