Basta accusare l'uomo dell'estinzione dei mammut! Cosa causò la scomparsa del gigante?

Basta accusare l'uomo dell'estinzione dei mammut! Cosa causò la scomparsa del gigante?
di

Nell’immaginario collettivo il mammut è una delle specie animali più iconiche della storia. L’enorme pachiderma ha abitato la Terra per 5 milioni di anni, fino a quando, 4.000 anni fa, ha visto la sua fine per cause attribuibili all’azione umana. Ma è stato davvero l’essere umano ad estinguere i mammut? Un team di ricerca ha svelato l’arcano.

È ampiamente noto che, nell’ultima parte della loro esistenza, i mammut hanno convissuto con gli antenati degli esseri umani. Questi ultimi predavano la specie, utilizzandone la carne per il nutrimento e la pelliccia e le zanne per la costruzione di indumenti ed utensili. Erano così importanti e presenti nella quotidianità degli uomini primitivi, che la loro immagine era spesso raffigurata in opere d’arte primitive, prodotte sulle facciate delle grotte. A proposito di arte preistorica, ecco a voi la pittura rupestre più antica al mondo.

Il team di ricerca odierno, diretto da Eske Willerslev, professore dell’Università di Cambridge, ha risolto il dilemma sul motivo della scomparsa dei mammut.

I ricercatori, avvalendosi di tecniche di sequenziamento del DNA, hanno analizzato resti di piante e animali, tra cui deiezioni e cellule epiteliali. I resti sono stati estrapolati da campioni di suolo nell’arco di 20 anni da siti stanziati nell’Artico.

Le cause della scomparsa dell’imponente specie sarebbero ascrivibili al rapido discioglimento dei ghiacciai, che indusse un clima troppo umido per la sopravvivenza della vegetazione tipica della prateria e fonte di cibo dei pachidermi.

Yucheng Wang, ricercatore dell’Università di Cambridge, ha specificato "Quando il clima si è inumidito e il ghiaccio ha iniziato a sciogliersi è avvenuta la formazione di laghi, fiumi e paludi. L'ecosistema è cambiato e la biomassa della vegetazione si è ridotta e non è stata in grado di sostenere le mandrie di mammut. Abbiamo dimostrato che il cambiamento climatico, in particolare le precipitazioni, guida direttamente il cambiamento nella vegetazione: gli esseri umani non hanno avuto alcun impatto su di loro in base ai nostri modelli".

Il mammut lanoso, insieme ad altre specie adattate ai climi freddi, è sopravvissuto al rigido clima glaciale e ciò grazie alla grande mole di vegetazione che, nonostante le basse temperature, ha continuato a crescere ed espandersi per sostentare le specie animali.

Willerslev, in merito all’erronea attribuzione dell'azione umana riguardo la scomparsa del mammut, ha dichiarato "Gli scienziati hanno discusso per 100 anni sul motivo per cui i mammut si sono estinti. Gli esseri umani sono stati incolpati perché gli animali erano sopravvissuti per milioni di anni senza che il cambiamento climatico li uccidesse prima” e concludendo "Siamo stati finalmente in grado di dimostrare che non era solo il cambiamento climatico il problema, ma la sua velocità, che era l'ultimo chiodo nella bara: non furono in grado di adattarsi abbastanza rapidamente quando il paesaggio si trasformò e il loro cibo divenne scarso".

E sapevate che una nota azienda bioscientifica vuole riportare in vita il mammut?

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
7