Acer dovrebbe essere più simile ad Apple, non a HP

di

I dettagli dietro la spaccatura che ha visto l'amministratore delegato di Acer Gianfranco Lanci dare improvvisamente le dimissioni stanno iniziando ad emergere lentamente. In poche parole, secondo quanto scoperto da Bloomberg, i capoccia taiwanesi vorrebbero Acer più simile come azienda a colossi quali Apple e HTC, rastrellando grandi profitti sui margini di guadagno. L'approccio di Lanci, invece, era quello di aumentare i volumi di vendita in modo aggressivo, negoziando prezzi più convenienti da parte dei fornitori, con l'obiettivo di rubare quote di mercato sempre maggiori a Dell e HP. Secondo i dati compilati da Bloomberg, il margine di profitto di Acer nel corso dell'ultimo anno fiscale è stato appena il 2,3 per cento rispetto al 21,5 per cento di Apple. Scoraggiante, non c'è dubbio.

Con l'addio di Lanci, JT Wang, presidente e CEO di Acer in carica, prevede di fare uno sforzo maggiore in espansione, ampliando il mercato business smartphone e tablet, concentrando quindi gli sforzi sulle vendite alle aziende. Per Wang, la partenza di Gianfranco Lanci segna una rottura con il passato: "Recentemente l'iPad ed altri prodotti simili hanno avuto un grande impatto sul mercato PC. Dobbiamo cambiare la nostra strategia di business". Mentre i PC saranno ancora fondamentali per il business, Wang ha detto che: "Ovviamente non diventeremo il numero uno al mondo in poco tempo, ma il cambiamento va nella giusta direzione". Purtroppo per Acer, il suo marchio è più strettamente associato ai computer portatili a basso costo, certo non ai dispositivi di cui si fa riferimento per espandere significativamente il proprio mercato business.

Quanto è interessante?
0