Acqua su Marte: la NASA pubblica un comunicato ufficiale sulla questione

Acqua su Marte: la NASA pubblica un comunicato ufficiale sulla questione
di

La notizia di qualche giorno fa, riguardante la presunta presenza di acqua liquida su Marte ha scosso profondamente il mondo della scienza e degli appassionati, ed ha reso orgoglioso noi italiani in quanto la scoperta è da attribuire ad un team del nostro paese. A qualche giorno di distanza, è arrivato il comunicato ufficiale della NASA.

L'Agenzia Spaziale Americana, in una breve dichiarazione rilasciata poco fa sottolinea come la ricerca si basi sui dati della sonda spaziale Mars Express Europea, ed è stata ottenuta da uno strumento radar chiamato MARSIS (Mars Advanced Radar per Subsurface e Ionosphere Sounding). Viene anche citato il contributo dell'ASI, l'Agenzia Spaziale Italiana che ha guidato lo sviluppo del radar MARSIS, con la NASA che ha fornito un supporto per la metà allo strumento, con la gestione della porzione americana guidata dal Jet Propulsion Laboratory dell'agenzia a Pasadena, in California.

Nel documento si parla di un "punto luminoso" che è stato rilevato nei segnali radar a circa 1,5 chilometri sotto la superficie della calotta polare della regione Planum Australe. La riflessione radar è stata interpretata dagli autori dello studio come acqua liquida, uno degli ingredienti più importanti per la vita nell'Universo.

Jim Green, capo scienziato della NASA, sostiene che "il punto luminoso visto nei dati MARSIS è una caratteristica insolita ed estremamente intrigante, che merita ulteriori studi, che dovranno fornire altre prove per testare l'interpretazione".

Green spera di utilizzare altri strumenti in futuro per studiare a fondo e capire se realmente sia presente l'acqua sul Pianeta Rosso.

Uno di questi sarà una sonda di calore che si estenderà fino a cinque metri sotto la superficie di Marte e che sarà montato nel lander InSight della NASA. La sonda, costruita dal German Aerospace Center (DLR), fornirà dei dati cruciali su quanto calore sfugge al pianeta e dove potrebbe esistere l'acqua liquida vicino alla superficie terrestre.

La NASA sottolinea anche come la ricerca dell'acqua sia uno dei punti cardine che sta guidando l'esplorazione dell'Agenzia nel sistema solare esterno, dove i mondi oceanici possiedono il potenziale per ospitare la vita.

FONTE: NASA
Quanto è interessante?
9