INFORMAZIONI SCHEDA
di

Questa mattina, a partire dalle ore 5:50 italiane, c'è stato il lancio della 20esima missione di SpaceX legata al rifornimento dell'ISS (Stazione Spaziale Internazionale). Tutto ha funzionato a dovere, ma sul volto degli appassionati del mondo spaziale sta scendendo una "lacrimuccia".

Infatti, stando anche a quanto riportato da SpaceFlight Now, la missione CRS-20 è l'ultima per la navicella Dragon di prima generazione, visto che verrà sostituita dalla Crew Dragon (conosciuta anche come "Dragon 2") a partire dall'estate 2020. La Dragon utilizzata questa mattina è una navicella storica per SpaceX, dato che è stata lanciata per la prima volta l'8 dicembre del 2010 e rappresenta uno dei veicoli di "svolta" per l'azienda spaziale.

Pensate che Elon Musk, il CEO di SpaceX, ha dato il nome "Dragon" a questa navicella ispirandosi alla canzone "Puff, the Magic Dragon" del gruppo "Peter, Paul and Mary", in modo da prendersi un po' gioco dei critici che avevano "bollato" il progetto come impossibile. La prima missione commerciale della navicella Dragon è stata la CRS-1, lanciata l'8 ottobre 2012.

Ricordiamo che la Crew Dragon, ovvero la navicella conosciuta anche come "Dragon 2" che prenderà il posto della Dragon originale, è certificata anche per il trasporto di esseri umani (e non più solamente per i rifornimenti). Sono già stati eseguiti dei test, come il primo volo senza equipaggio effettuato a marzo 2019, e ora sembra essere tutto pronto per iniziare una nuova era per SpaceX.

Potete vedere la replica della live streaming di questa mattina sul canale YouTube di SpaceX o tramite il player presente qui sopra.

Quanto è interessante?
5
Addio alla Dragon di SpaceX: cronaca dell'ultimo 'viaggio' verso l'ISS