Adultismo: ecco perché è importante sapere cos'è e di cosa si tratta

Adultismo: ecco perché è importante sapere cos'è e di cosa si tratta
di

"Sei troppo giovane per saperlo, che ne sai tu!". Questo è - in pochissime parole - l'adultismo; ovvero il pregiudizio e la discriminazione contro gli individui a causa della loro giovinezza. La parola venne utilizzata per la prima volta dal giornalista francese Patterson Du Bois, comparendo nella letteratura psicologica francese nel 1929.

L'adultismo si verifica quando i giovani vengono oppressi semplicemente a causa della loro età, poiché appaiono agli occhi dei loro interlocutori - sicuramente più adulti - inesperti. L'adultismo può includere la convinzione che gli adulti siano intrinsecamente superiori ai giovani o addirittura che i diritti degli adulti debbano sempre avere la precedenza su quelli dei bambini.

La letteratura psicologica attuale non ha approfondito molto questa possibile forma di discriminazione, e la maggior parte di essa si concentra nei bambini (a questo proposito, ecco gli effetti dei traumi infantili ai bambini). Ciò può accadere, ad esempio, in una famiglia in cui i fratelli adulti continuano a maltrattare il fratello più giovane, o in un luogo di lavoro in cui i lavoratori più anziani maltrattano i loro colleghi più giovani perché considerati "con poca esperienza".

Le espressioni comuni che rivelano opinioni adultiste sono, tra le tante: "Sei troppo giovane per capire", "Cresci", "Non puoi saperlo vista la tua età". È importante considerare tutti i tipi di pregiudizi e discriminazioni legati all'età e fino ad adesso a questo argomento è stata prestata troppa poca attenzione.

Gli esseri umani stanno diventando tutti più narcisisti? Ecco cosa dice uno studio recente.

Quanto è interessante?
2