AGCOM, multa a TIM per il servizio "Sempre Connesso". Per l'Autorità è "illegittimo"

AGCOM, multa a TIM per il servizio 'Sempre Connesso'. Per l'Autorità è 'illegittimo'
di

Nell’ultimo bollettino del 2023 di AGCOM, l’Autorità ha annunciato di aver multato TIM per 255mila Euro a causa del servizio “Sempre Connesso” che permette di ottenere un Giga di scorta per continuare a navigare una volta esaurito il traffico.

Nella fattispecie, come si legge nella descrizione del servizio, “al superamento dei Giga inclusi nell'offerta e in assenza di altre opzioni dati, in Italia la navigazione prosegue fino ad 1 Giga di Scorta al costo di 1,90€ ogni 200 megabyte (fino a max 1 Giga per un importo complessivo di 9,50€). Al termine del Giga di Scorta il traffico dati si blocca fino alla successiva disponibilità. Al superamento dei Giga in roaming nei Paesi UE il costo è di 0,213cent/MB iva inclusa”.

In fase di discussione, TIM ha sottolineato come il cliente sia ben a conoscenza ella presenza di tale giga di scorta che rappresenta “una componente inclusa nell’offerta sottoscritta e, in tal senso, non può essere attivato né disattivato in modalità stand alone. Il Giga di scorta, in quanto componente inclusa nell’offerta, viene accettato dal cliente con l’adesione all’offerta proposta da TIM”.

L’Autorità, dopo aver analizzato i diversi casi d’uso presentati da TIM (leggibili integralmente nella delibera di AGCOM), ha deciso di multare l’operatore telefonico in quanto avrebbe esposto gli utenti ad addebiti “Illegittimi” che hanno portato in varie situazioni gli utenti a chiederne il rimborso.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi