AGCOM: "Propaganda computazione rischio per le democrazie"

di

Antonio Martusciello, il commissario dell'Autorità per le Garanzie e le Comunicazioni, intervenendo nel corso di un evento tenuto nel fine settimana, ha affrontato nuovamente il tema dell'impatto della tecnologia sulle democrazie, a ridosso delle Elezioni del prossimo 4 Marzo.

Secondo Martusciello, "il sistema democratico è ormai sempre più messo a rischio dalla cosiddetta propaganda computazionale che, con l’impiego di algoritmi e profili automatizzati, condiziona l’opinione pubblica creando l’illusione che ci sia un qualche tipo di consenso intorno a una questione o candidato”.

Sul tema delle fake news e la disinformazione online, il Commissario ha affermato che l'AGCOM, essendo un regolatore, ha il dovere di "domandarci se abbiamo a disposizione strumenti normativi adeguati per garantire una informazione plurale e di qualità, soprattutto durante il periodo elettorale in cui vige una legge, quella sulla par condicio, promulgata nel 2000, quando Internet si presentava ancora nella sua versione 1.0”.

Proprio a causa della mancanza di normative chiare a riguardo, l'AGCOM ha ritenuto necessario istituire un tavolo tecnico per la garanzia del pluralismo e la correttezza sulle piattaforme digitali. A riguardo, il Garante ha adottato delle "linee guida per la parità di accesso alle piattaforme online durante la campagna elettorale per le elezioni politiche 2018”.

Non è la prima volta che Martusciello ha affrontato il tema, ma siamo sicuri che nelle prossime settimane sarà nuovamente oggetto di discussioni.

FONTE: Medium
Quanto è interessante?
5