Alcune città asiatiche stanno letteralmente affondando: vediamo come mai

Alcune città asiatiche stanno letteralmente affondando: vediamo come mai
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Un recente studio, pubblicato su Nature Sustainability, dimostra come diverse megalopoli costiere nel sud-est asiatico stiano letteralmente affondando, molto più velocemente di quello che succede in altre città costiere nel mondo, con il rischio di lasciare decine di milioni di abitanti più vulnerabili all'innalzamento del livello delle acque.

Infatti, secondo una ricerca della Nanyang Technological University (NTU) di Singapore, la richiesta di una rapida e pesante urbanizzazione ha visto queste metropoli attingere sproporzionatamente alle acque sotterranee per il rifornimento delle loro popolazioni in crescita, causando un lento ma inesorabile declino geologico.

Secondo quanto affermato dallo studio: "Questa situazione mette a rischio le città ad un rapido cedimento del suolo locale e ad una maggiore esposizione dei danni costieri, oltre a quello già presente a causa dell'innalzamento del livello del mare dovuto ai cambiamenti climatici".

Ho Chi Minh City, ad esempio, che è il centro urbano più popoloso del Vietnam ed il principale centro d'affari del Paese, sta già affondando con una media di 16,2 millimetri all'anno, superando i dati satellitari medi raccolti su altre 48 grandi città costiere in tutto il mondo.

Inoltre, il porto di Chittagong nel sud del Bangladesh, Ahmedabad nell'India occidentale, la capitale indonesiana Giacarta ed il centro commerciale del Myanmar Yangon, non si trovano di certo in una situazione migliore, essendo affondate anche loro di oltre 20 millimetri negli anni più problematici.

Viene spiegato nello studio che: "Molte delle città costiere in rapido cedimento sono megalopoli in rapida espansione, dove le elevate richieste di estrazione e sfruttamento delle acque sotterranee, perpetrato da strutture edilizie densamente costruite, contribuiscono al cedimento del suolo locale".

Dalla ricerca si può quindi affermare che le città che stanno lentamente affondando non sono di per sé il risultato del cambiamento climatico, ma di una eccessiva antropizzazione del territorio che esaspererà i già noti problemi che comporterà l'aumento delle acque del pianeta.

D'altronde, secondo quanto affermato dal Gruppo Intergovernativo delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici, più di un miliardo di persone vivrà in città costiere a rischio di innalzamento del livello del mare entro il 2050.

Una situazione che non si può più sottovalutare.

FONTE: Nature
Quanto è interessante?
3
Alcune città asiatiche stanno letteralmente affondando: vediamo come mai