Alcuni scienziati hanno sviluppato un'IA in grado di riconoscere gli episodi di violenza

di

Un team di scienziati è riuscito nell'intento di dar vita ad una intelligenza artificiale in grado di individuare episodi di violenza all'interno di una folla. Il sistema è stato poi montato a bordo di un drone; che sia questo il futuro della sorveglianza aerea?

Per ottenere i risultati desiderati, il team ha "insegnato" al proprio algoritmo che gestisce il machine learning a riconoscere una serie di movimenti spesso collegati alla violenza, come l'atto di picchiare qualcuno con pugni e calci, ma è anche in grado di distinguere una coltellata da una sparatoria. Una volta in presenza di questi fenomeni, l'intelligenza artificiale segnala il luogo in cui sono avvenuti alle autorità a terra: rispetto ad esse, un drone vanta la visione dall'alto ed una mobilità molto più articolata ed estesa, cosa che permette a questo sistema di individuare reati che alle forze di polizia potrebbero sfuggire.

Per il momento, le fasi di test sono state condotte servendosi di alcuni volontari, ed il drone è stato fatto volare in uno spazio protetto caratterizzato da condizioni definite ottimali per l'impiego di questa tecnologia. Una serie di fattori che migliorano le capacità del sistema, che risulta così efficace al 94%, ma questo valore scende al 79% in presenza di dieci individui: un quantitativo di persone troppo basso, che rende attualmente impossibile l'impiego di questa tecnologia nelle strade delle città.

Il drone verrà ulteriormente messo alla prova in India, in occasione di due festival, anche se i primi prototipi sembrano ancora piuttosto acerbi.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
5
Alcuni scienziati hanno sviluppato un'IA in grado di riconoscere gli episodi di violenza