Alessandro Magno era più ricco di Elon Musk e Jeff Bezos messi insieme

Alessandro Magno era più ricco di Elon Musk e Jeff Bezos messi insieme
di

Alessandro Magno è ampiamento considerato dagli storici uno dei più grandi condottieri e tattici militari di tutti i tempi. La sua storia, epica e piena di grandi traguardi, si concluse a 32 anni e poiché non aveva alcun successore, il suo impero si fratturò e fu diviso.

Fin dalla tenera età, Alessandro imparò a cavalcare, combattere, leggere, scrivere, suonare musica e tanto altro. Così, quando salì al trono alla giovane età di 20 anni, aveva tutte le capacità necessarie per guidare un esercito. Insieme a ciò, il generale possedeva anche numerose ricchezze lasciate dal padre, come una miniera d'oro e d'argento.

Una in particolare, secondo The Richest, è stata responsabile della generazione dell'equivalente moderno di 933 milioni di dollari all'anno. Questo è solo l'inizio perché con la conquista della Persia, il condottiero ottenne beni incommensurabili. Secondo il saggio "Alexander the Great: The Story of an Ancient Life", il bottino della Persia nel suo insieme aveva un valore di 1,6 trilioni di dollari (valutato nel 2013).

Questi averi furono ampiamente distribuite per espandere il suo dominio, tra costruzioni di imponenti castelli e di un esercito sempre più poderoso. Alessandro, inoltre, ha fondato 70 diverse città ed eretto numerosi santuari. Il condottiero non accumulava e, anzi, elargiva i suoi averi a tutti i nobili e le persone vicine a lui, per garantirsi la loro fedeltà e felicità.

Alcune stime teorizzano che nessuna economia avrebbe più visto un tale afflusso di ricchezza fino al tesoro d'oro spagnolo in America, quasi due millenni dopo. Quindi, quanto valevano tutti i beni di Alessandro Magno? Questa è una domanda difficile a cui rispondere, perché le stime variano molto. C'è chi dice 500 miliardi di dollari e chi addirittura 32 trilioni di dollari.

Anche questo sovrano dell'Africa aveva tutte le carte in regola per essere più ricco di Jeff Bezos.

FONTE: grunge
Quanto è interessante?
3