Würstel contaminati nei supermercati: Cos'è questo allarme Listeria?

Würstel contaminati nei supermercati: Cos'è questo allarme Listeria?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In Italia, sono già alcuni mesi che è stato riscontrato un aumento dei casi di listeriosi, una particolare tossinfezione causata dal consumo di alimenti contaminati dal batterio "Listeria monocytogenes". Nelle ultime ore però, a causa di alcuni lotti di würstel infetti, la preoccupazione è ulteriormente aumentata. Ma di cosa si tratta?

Innanzitutto dobbiamo precisare che i batteri, purtroppo, sono ovunque. Infatti, intenzionalmente o meno finiscono, o finiranno, nel cibo che consumiamo, ma per fortuna la maggior parte di loro sono completamente innocui.

La Listeria però non è tra questi, anzi, è uno di quei patogeni che spesso danno più grattacapi a livello alimentare poiché è possibile trovarlo su una lunga lista di cibi, tra cui uova e pesce crudi, oltre a frutta e verdura non lavate e, come provano i casi recenti, anche nei würstel (almeno quelli incriminati).

Purtroppo, se non vi sono delle norme igieniche opportunamente applicate, il batterio ha la caratteristica di essere molto "resistente", può infatti sopravvivere in qualsiasi ambiente in cui il cibo viene coltivato, confezionato, conservato, trasportato, preparato o servito.

Ma se per caso veniamo in contatto con un alimento contaminato e lo ingeriamo? In un paziente sano e con un sistema immunitario normale, la Listeria raggiunge l'intestino ed innesca una risposta immunitaria, che potrebbe manifestarsi in diarrea o vomito, ma che fortunatamente si risolve anche senza cure mediche in poche ore, massimo un paio di giorni.

Il quadro clinico invece si complica in assenza di un sistema immunitario efficace. In un paziente immunocompromesso, o in donne in gravidanza o persone anziane, la Listeria può infatti invadere diversi tessuti ed organi creando una condizione efficiente per la sua crescita, con la conseguente comparsa di patologie multiorgano anche letali.

In Italia dobbiamo preoccuparci? Assolutamente no. L'allarme, se così si può chiamare, che è stato montato negli ultimi giorni è legata solo al fatto che alcuni lotti di würstel prodotti in Veneto sono stati richiamati. È vero che ci sono stati dei decessi collegati all'infezione (inizialmente si parlava di 6 vittime poi di 3), ma il Ministero della Salute sta ancora effettuando le opportune verifiche.

Purtroppo il periodo in cui si sono verificate le infezioni si estende nell'arco di 6 mesi, con altri 66 casi registrati, e l'Istituto Superiore di Sanità ha ritenuto difficile stabilire con certezza se il focolaio fosse stato causato unicamente dai würstel.

A questo punto vi starete chiedendo come evitare l'esposizione ad un batterio così infido. La risposta è relativamente semplice: Cuocere tutto. Le alte temperature infatti denaturano ed uccidono il batterio nel 100% dei casi. Quindi, anche con il caro energia, evitate il rischio contaminazione infornando, bollendo, friggendo, grigliando ogni alimento dubbio.

A proposito di infezioni, uno studio rivela perché non dovreste utilizzare i bagni pubblici. Inoltre, sapete come fanno i batteri ad imbrogliare gli antibiotici?

FONTE: ISS
Quanto è interessante?
3
Würstel contaminati nei supermercati: Cos'è questo allarme Listeria?