Sulla cima più alta del mondo, sul Monte Everest, sono state trovate delle microplastiche

Sulla cima più alta del mondo, sul Monte Everest, sono state trovate delle microplastiche
di

Le microplastiche, frammenti di materiale plastico generalmente più piccole di un millimetro, possono essere trovate davvero ovunque sul nostro pianeta, nelle zone più profonde degli oceani fino all'interno del nostro corpo. Era inevitabile, dunque, la loro scoperta anche sul Monte Everest, la vetta più alta della Terra.

"Non sapevo cosa aspettarmi in termini di risultati, ma mi ha davvero sorpreso trovare microplastiche in ogni singolo campione di neve che ho analizzato", afferma Imogen Napper dell'Università di Plymouth. Una scoperta incredibile (ma purtroppo prevedibile), poiché la grande città più vicina all'Everest, Kathmandu, si trova a 160 chilometri di distanza.

In ogni singolo campione di neve raccolto durante una spedizione del 2019, è stata trovata in laboratorio una concentrazione significativa di microplastiche, più di altri campioni prelevati da torrenti di montagna. "Si sospetta fortemente che queste microplastiche abbiano avuto origine da indumenti e attrezzature usate da alpinisti ed escursionisti".

Non manca neanche la spazzatura in questo luogo, poiché lo scorso anno sono stati rimossi 10.000 chilogrammi di rifiuti. Le microplastiche non provengono da quest'ultima, secondo lo studio. Un semplice strato di indumenti in poliestere, ad esempio, potrebbe rilasciare un miliardo di microplastiche all'anno. "Con le microplastiche così onnipresenti nel nostro ambiente, è tempo di concentrarsi sull'elaborazione di soluzioni ambientali appropriate. Dobbiamo proteggere e prenderci cura del nostro pianeta", affermano infine i ricercatori.

Anche i parchi nazionali degli Stati Uniti sono pieni di microplastiche.

Quanto è interessante?
2