Amazon affitta dei nuovi aerei cargo Boeing per espandere la rete di spedizione

di
Sappiamo tutti che l'infrastruttura logistica ha fatto la fortuna di Amazon. La società di Jeff Bezos, infatti, ha reso un marchio di fabbrica le spedizioni e consegne veloci, diminuendo quanto più possibile i tempi di attesa per gli utenti. Nonostante i risultati raggiunti, però, la compagnia di Chicago non ha alcuna intenzione di fermarsi.

Amazon infatti ha annunciato di aver raggiunto un accordo con la compagnia di aerei cargo Atlas Air Worldwide per il leasing di 20 Boeing 767 che consentiranno al colosso degli e-commerce di consegnare ancora più velocemente i prodotti negli Stati Uniti.
L'annuncio è stato annunciato in occasione della conference call nel corso del quale Atlas ha rivelato i risultati finanziari del Q1 2016. L'amministratore delegato della compagnia, inoltre, ha comunicato che Amazon si è riservata un'opzione per rilevare il 30% della società specializzata nella produzione di aeromobili nei prossimi dieci anni.
L'accordo è solo l'ultimo di una serie di mosse strategiche messe in atto da Amazon per ridurre la sua dipendenza da corrieri di terze parti come UPS e FedEx. Nel mese di marzo, infatti, Amazon ha annunciato un accordo con simile per affittare ben 20 aerei cargo Boeing da Air Transport Service Group.
A ciò bisogna aggiungere anche l'ambizione dell'amministratore delegato, Jeff Bezos, il quale sta lavorando sulla consegna dei prodotti attraverso i droni con il programma Prime Air.
I costi operativi di Amazon dello scorso trimestre sono saliti a 3,7 miliardi di Dollari, in aumento del 24% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le vendite non sono state in grado di eguagliare tale aumento. Nonostante l'ingente investimento in aerei, Amazon mira a ridurre quanto più possibile i costi e spianare la strada al servizio Prime Now.