Amazon, storia ed origine del nome del colosso del Web

Amazon, storia ed origine del nome del colosso del Web
di

Amazon, il colosso dell'e-commerce, è una ditta che ha una storia di grande successo, un brand che ormai conoscono tutti nel mondo. Tuttavia, in pochi sanno che inizialmente l'azienda di Jeff Bezos non si chiamava in questo modo e che ci sono stati diversi nomi interessanti in ballo.

Ebbene, dovete sapere che, come riportato anche da India Today, a inizio 1994 Amazon si chiamava Cadabra, Inc. Era un nome che voleva sottolineare la "magia" dell'azienda, ma in realtà Bezos e soci capirono molto presto che non era molto adatto al loro scopo. Infatti, in seguito alla registrazione del marchio nello Stato di Washington nel luglio del 1994, Todd Tarbert, il primo avvocato di Jeff Bezos, fece notare che il nome "Cadabra" non riusciva a dare quell'impatto "magico" che l'azienda voleva ottenere. Inoltre, al telefono la pronuncia era troppo simile a quella del termine "cadaver" ("cadavere"), non esattamente una buona presentazione.

A quel punto, Bezos e la sua ormai ex moglie MacKenzie iniziarono a cercare il nome ideale per la società. Furono passate diverse opzioni al vaglio: si arrivò a parlare di Browse, Bookmall, Relentless e Awake. Se provate a collegarvi a browse.com, relentless.com e awake.com, vedrete che ancora oggi questi domini rimandano al sito di Amazon. Stando a diverse ricostruzioni, sembra che a Bezos piacesse particolarmente il nome "relentless" (che significa "implacabile").

L'idea di Amazon arrivò a fine ottobre del 1994. Ci sono diverse teorie in merito a come Jeff arrivò a questo nome. Quella che sembra più probabile vuole che Bezos stesse sfogliando il dizionario, iniziando da tutte le parole con la lettera A. Vedendo la parola Amazon, iniziò a pensare che si trattasse di un nome perfetto per la società, dato che il Rio delle Amazzoni è il fiume più lungo della Terra. Lui voleva costruire la libreria più grande della Terra (l'azienda è partita dal business dei libri, per poi espandersi e diventare un e-commerce completo).

Stando alle ricostruzioni, Bezos annunciò ai suoi colleghi il nuovo nome dell'azienda dichiarando: "(Il Rio delle Amazzoni, ndr) non è solo il fiume più lungo del mondo, ma il secondo in classifica è staccato di parecchio. Il Rio delle Amazzoni straccia tutti i concorrenti". Insomma, sembra proprio che Jeff avesse le idee chiare già all'epoca. Il dominio di Amazon venne registrato il 1 novembre 1994.

Tornando un po' indietro nel tempo, è interessante ripescare uno dei primi annunci di lavoro dell'azienda, pubblicato su Usenet il 21 agosto 1994 (fonte: Brad Stone, Vendere tutto: Jeff Bezos e l'era di Amazon, Hoepli, 2013), quando la società si chiamava ancora Cadabra.

L'annuncio recitava: "Startup ben capitalizzata cerca sviluppatori C/C++/ Unix di grande talento, che la aiutino a diventare una pioniera del commercio via Internet. È richiesta esperienza nella progettazione e sviluppo di sistemi estesi e complessi (ma gestibili), il candidato ideale sarà quello in grado di farlo in circa un terzo del tempo che la maggior parte degli esperti ritengono possibile. È richiesto un diploma di laurea, una laurea specialistica o un dottorato in Informatica o titolo equipollente. Ottime capacità comunicative sono essenziali. Una conoscenza approfondita dei server Web e dell'HTML costituisce titolo preferenziale ma non è indispensabile.

Aspettatevi colleghi di talento, motivati, energici e interessanti. Il candidato dovrà essere disposto a trasferirsi nella zone di Seattle (contribuiremo ai costi del trasferimento).

Il compenso includerà una significativa partecipazione azionaria.

Invia CV e lettera di accompagnamento a Jeff Bezos".

Se siete interessati all'argomento e volete approfondirlo come si deve, vi consigliamo caldamente di leggere il libro "Vendere tutto: Jeff Bezos e l'era di Amazon" di Brad Stone, che potete acquistare, pensate un po', tramite Amazon Italia (anche in formato eBook).

Quanto è interessante?
5
Amazon, storia ed origine del nome del colosso del Web